Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

Rifiuti contaminanti, parte la campagna di sensibilizzazione

Rifiuti contaminanti, parte la campagna di sensibilizzazione

Non solo mascherine e guanti abbandonati: ci sono rifiuti abbandonati potenzialmente molto più pericolosi

di Stefania Abbondanza

ROMA – Non appena si sono allentate le morse del lockdown è ripresa non solo la vita civile ma, purtroppo, anche quella incivile, con il grave diffondersi nell’ambiente di guanti e mascherine, non solo nocivi e indegradabili ma potenzialmente pericolosi a causa dell’elevato potere di contagio che possono contenere e diffondere. Ma questa è solamente la quota immediatamente visibile di un ampio spettro di rifiuti ad elevato potere contaminante, ancora più diffusi da sempre e che oggi acquistano un triste primato nel panorama di rischio per la diffusione del Coronavirus.

IL COMMENTO - Per questo Paolo Goglio, presidente dell’Associazione Amore con il Mondo ODV, scrittore e conferenziere, lancia in questi giorni una campagna di sensibilizzazione a livello nazionale. «Siamo talmente abituati a vivere in un contesto di ambiente degradato dalla sporcizia e dai rifiuti abbandonati ovunque, che la nostra attenzione cade solamente sulle tristi novità, quali la massiccia diffusione di guanti e mascherine lasciati un pò ovunque e trasportati dal vento. Ma ci sono rifiuti potenzialmente molto più pericolosi proprio perchè sono stati in contatto diretto con la saliva e non è difficile identificarli».

PRIMA POSIZIONE - In prima posizione abbiamo i mozziconi di sigaretta, abbandonati ovunque e da chiunque, qui il margine di rischio è veramente elevato perchè li troviamo capillarmente sparsi in ambiente urbano e metropolitano così come nei parchi, sotto le panchine, persino in mezzo all’erba dove giocano i bambini. Non è solamente una forma di inciviltà talmente diffusa che quasi non ci si presta attenzione: ora sono dei micidiali vettori di contaminazione e li troviamo dappertutto, proprio come un virus!

GOMME DA MASTICARE - Al secondo posto troviamo le gomme da masticare che ormai fanno parte dell’arredo urbano, i marciapiedi ne sono letteralmente tappezzati ed è sufficiente calpestare uno di questi rifiuti per veicolare il potenziale contagio ovunque. Al terzo posto i bastoncini e i cucchiaini del gelato, anch’essi irresponsabilmente gettati un pò ovunque con le conseguenze del caso, così come quelli dei lecca-lecca.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, dal barcone al pallone: il razzismo a convenienza 13 luglio 2020 10:02

Calcio, dal barcone al pallone: il razzismo a convenienza

Lo straniero, secondo una diffusa mentalità, è da denigrare solo quando è avversario

ROMA - La coerenza, ce ne stiamo accorgendo, non è cosa di questi tempi. Ciò che oggi sosteniamo strenuamente, domani condanniamo in maniera forte e convinta; senza che questa sia...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Coronavirus, app Immuni: siete favorevoli o contrari?

Risultati