Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Scienze

Rifiuti elettronici, previsto un aumento esponenziale entro il 2030

Rifiuti elettronici, previsto un aumento esponenziale entro il 2030

Si tratta di rifiuti pericolosi per la quantità di elementi dannosi che si possono riversare nell'ambiente

di Silvia de Mari

ROMA - Aumenta ogni anno di più il problema legato ai rifiuti elettronici. Entro il 2030, secondo un nuovo rapporto, la quantità di rifiuti di natura elettronica crescerà fino quasi a raddoppiare quella attuale. Il report “Global E-waste Monitor 2020”, è stato pubblicato dalla Global E-waste Statistics Partnership, e calcola che in 10 anni ci saranno 74,7 milioni di tonnellate di rifiuti, ovvero quasi il doppio rispetto a quella calcolata a 44,4 milioni di tonnellate nel 2014. Rispetto ai rifiuti a cui siamo abituati come consumatori, quelli elettronici sono alquanto più dannosi per l’ambiente. Innanzitutto perché contengono plastica, sostanza famosa per non essere biodegradabile, e poi perché spesso contengono materiali pericolosi come il cadmio e il mercurio che, se riversati nell’ambiente, possono provocare danni gravi e spesso irreversibili.

 

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati