Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Politica

Salvini: «Cosa ce ne facciamo delle scuse?»

Salvini: «Cosa ce ne facciamo delle scuse?»

Il ministro Matteo Salvini, in una intervista a La Verità sul caso Sea Watch

di Claudio Carassiti

ROMA - Il ministro Matteo Salvini, in una intervista a La Verità sul caso Sea Watch, ha detto: «Cosa ci facciamo con le scuse di una signorina che ha provato a investire quattro militari italiani che le intimavano l'alt? Fortunatamente le immagini le hanno viste tutti. Spero abbia compreso la portata dei guai che ha combinato, e spero soprattutto che giustizia venga fatta. Noi, come ministero dell'Interno, siamo pronti a procedere con la sua espulsione coatta, direzione Berlino, come persona indesiderata. È il minimo».

IL COMMENTO - «Di profughi finora ne ho visti ben pochi. Sulle 44.000 domande di asilo politico da inizio anno, i tecnici ne hanno respinte 34.000, che significa il 75% - continua Salvini -. Ne hanno accolte 9.000, e nel frattempo molti erano spariti. Quelle validate per protezione umanitaria sono il 2% del totale. Di cosa stiamo parlando? I tre quarti di questi signori non avevano diritto di stare in Italia neanche un quarto d'ora».

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati