Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Salute

Scoperto nuovo ceppo dell'Hiv

Scoperto nuovo ceppo dell'Hiv

Ma «non c'è motivo di farsi prendere dal panico»

di Valerio Cruciani

ROMA - Scoperto dagli scienziati un nuovo ceppo dell’Hiv, il virus che provoca l’Aids. Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Acquired Immune Deficiency Syndrome e rivela come questo ceppo faccia parte della stessa famiglia che ha provocato la pandemia. Una scoperta che non avveniva da 19 anni e che rivela come il virus sia continuamente in trasformazione. Si tratta , infatti, del primo nuovo ceppo identificato dal 2000, ovvero da quando sono state definite le linee guida per la classificazione. 

LA TRASFORMAZIONE - Carole McArthur, dell’università del Missouri, a Kansas City, è una delle autrici della ricerca. «Questa scoperta - rivela McArthur - ci ricorda come per porre fine alla pandemia si debba considerare questo virus in continua trasformazione ed utilizzare le più avanzate tecnologie e risorse per monitorare la sua evoluzione».

I TRATTAMENTI - «Non c'è motivo di farsi prendere dal panico o addirittura preoccuparsene», ha dichiarato Anthony Fauci, direttore dell'Istituto nazionale di allergie e malattie infettive, in quanto i trattamenti attuali sono in grado di contrastarlo.

 

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati