Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Politica

Scuola. Asili nido e materne, Erbaggi (FdI): "Regione Lazio sostenga il pagamento delle rette"

Scuola. Asili nido e materne, Erbaggi (FdI): "Regione Lazio sostenga il pagamento delle rette"

Così in una nota Stefano Erbaggi ed Alessandra Consorti, esecutivo romani di Fratelli d'Italia

ROMA - "Come avvenuto in altre zone d'Italia, chiediamo alla Regione Lazio di contribuire a saldare le rette dei servizi per l’infanzia - asili nido e scuole dell’infanzia private e paritarie -, andando a coprire economicamente la spesa che le famiglie sono chiamate a sostenere nonostante in questo periodo di emergenza sanitaria i propri figli non abbiano minimamente usufruito di tali servizi. Chiediamo inoltre che, qualora le famiglie abbiano saldato l'attuale periodo, venga loro restituito l'importo corrisposto". Così in una nota Stefano Erbaggi ed Alessandra Consorti, esecutivo romani di Fratelli d'Italia, che precisano come "questa misura rappresenti un provvedimento di prima necessità, utile a sostenere le famiglie chiamate ad affrontare un momento di grave difficoltà economica e, allo stesso tempo, ad evitare il collasso dei servizi educativi per l'infanzia".

"Sarebbe un segnale importante per tutti i romani, chiamati a far fronte da un lato alle restrizioni dell'emergenza che stiamo vivendo dall'altro, magari, a situazioni complicate anche sul fronte lavorativo. Un contributo capace di incidere positivamente sulle economie familiari", aggiungono i Consiglieri municipali FdI Paolo (Municipio II) e Oddo (Municipio XIV) insieme agli esponenti di Fratelli d'Italia Bellagamba, Bianchini, Di Bella, Caresta, D'Alessandro, Di Giacomo, Glori, Liguori, Melandri, Ottaviani e Tessitore.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Covid-19, non è andato tutto bene 27 luglio 2020 10:01

Covid-19, non è andato tutto bene

Dopo tanta solidarietà sbandierata ai quattro venti, le parole e le promesse sono rimaste vane

ROMA - “Andrà tutto bene”. Uno slogan che, da marzo, ha accompagnato quotidianamente l’emergenza generata in Italia dalla pandemia di Coronavirus. Ecco, a ben vedere lo...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati