Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Politica

Scuole, sos dei sindacati in Emilia-Romagna: “Si rischiano nuove ‘classi pollaio’”

Scuole, sos dei sindacati in Emilia-Romagna: “Si rischiano nuove ‘classi pollaio’”

Anche per l’Emilia-Romagna la situazione è allarmante, la denuncia di Flc-Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda

di Stefania Abbondanza

BOLOGNA - Pochi insegnanti e tanti studenti. Nonostante l’emergenza sanitaria, si rischia anche quest’anno la creazione delle rinomate ‘classi pollaio’. Questo l’allarme lanciato dai sindacati della scuola dell’Emilia-Romagna, che avvertono: “A 40 giorni dall’avvio del nuovo anno scolastico anche in Emilia-Romagna la situazione è preoccupante, al di là delle rassicurazioni di facciata e dei tentativi di normalizzazione. Nonostante da mesi diciamo che serve un provvedimento specifico sulla scuola e risorse straordinarie”. Per le sigle Flc-Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda, “in Emilia-Romagna registriamo quest’anno un centinaio di studenti in meno, un calo irrilevante rispetto all’anno scorso quando erano complessivamente 548.000 mila, mentre le risorse attribuite in organico per la copertura del personale non sono sufficienti a costituire classi normo dimensionate. Diversi quindi i casi delle cosiddette ‘classi pollaio’, che non bastano ad affrontare la ripresa dell’anno scolastico con l’emergenza sanitaria in atto. Se non verranno urgentemente prese decisioni coerenti in termini di investimenti per edifici scolastici, trasporti, spazi e organici, le misure ‘fai da te’ a costo zero saranno inadeguate a garantire il diritto allo studio degli studenti a partire dai più piccoli e dai più fragili”, attaccano le sigle della scuola. “La soluzione non può passare dalla riduzione del tempo scuola, dalla didattica a distanza e dai banchi monoposto. In queste condizioni, il ritorno a scuola per tutti gli studenti sarà nel caos, la cui unica responsabilità risiede nel ritardo di chi a livello politico ha il dovere di prendere delle decisioni”, contestano i sindacati.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Vaccino anti-Covid: ti immunizzerai quando il vaccino sarà disponibile per tutti?

Risultati