Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Sport

Solidarietà e responsabilità: dal Ciclo Team Tanagro arriva il messaggio #distantimauniti

Solidarietà e responsabilità: dal Ciclo Team Tanagro arriva il messaggio #distantimauniti

In casa Ciclo Team Tanagro tengono banco la solidarietà e il senso di responsabilità con il messaggio #distantimauniti

di Federico Marconi

VALLO DI DIANO (SA) - Il Ciclo Team Tanagro mette piede a terra di fronte all’emergenza sanitaria del Coronavirus che sta fermando l’Italia intera ma non perde la speranza circa il futuro e la programmazione della propria attività che, come ogni anno, contempla il settore amatoriale e quello giovanile. Il territorio del Vallo Di Diano, interessato dalla Granfondo del Tanagro (al momento calendarizzata il 21 giugno), è strettamente attenzionato dalle autorità sanitarie locali e dalle forze dell’ordine per limitare il contagio di Covid-19 e tutelare la salute della cittadinanza.

IL MESSAGGIO - Seguendo le disposizioni governative ma anche quelle della Federazione Ciclistica Italiana, che ha imposto a sua volta la sospensione dell’attività sportiva sul territorio nazionale fino al 30 aprile, in casa Ciclo Team Tanagro tengono banco la solidarietà e il senso di responsabilità con il messaggio #distantimauniti ma al contempo sono riusciti a raccogliere fondi a favore dell’ospedale Luigi Curto di Polla tramite l’associazione Amodiano.

IL MOMENTO - «Ora è un momento di riflessione, di tutela della nostra salute e di rispetto dei decreti governativi – spiegano in una nota i dirigenti del Ciclo Team Tanagro - che ci impongono di rimanere a casa. Trascorriamo le nostre giornate con un carico di speranza e di positività ma con il gesto solidale a favore dell’ospedale Luigi Curto di Polla vogliamo dare il buon esempio in un momento così delicato per tutti».

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Parlamento, zona franca 25 maggio 2020 10:03

Parlamento, zona franca

I politici di casa nostra, anche durante il lockdown, hanno continuato a non dare il buon esempio

ROMA - “Quis custodiet ipsos custodes?”, o per meglio dire (visto che con la didattica a distanza di latino sul pc, ultimamente, se ne sta leggendo molto) “chi sorveglierà i...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Serie A, è giusto ripartire?

Risultati