Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Moda

Sul Filo del Ticino, il progetto approda alla Milano Fashion Week e alla Milano Design Week

Sul Filo del Ticino, il progetto approda alla Milano Fashion Week e alla Milano Design Week

Il progetto ideato da Silvia Pullega e Nicoletta Marnati è stato presentato in occasione della settimana della moda e del design

di Stefania Abbondanza

MILANO -  “Sul filo del Ticino” è il nuovo ed originale progetto ideato dall’architetto Silvia Pullega e dalla designer di moda Nicoletta Marnati. Quando il tessuto racconta la trama del territorio, vestirsi di tradizione assume un nuovo significato.E’ il caso di “Sul filo del Ticino”, che si fa interprete della storia e della suggestione del Parco del Ticino. La natura circostante è protagonista assoluta della tela: la tradizionale pittura di paesaggio, viene reinterpretata sul modello del disegno industriale, generando un pattern unico. 

SUL FILO DEL TICINO - Il settore della moda, unito a quello dell’arredamento d’interni, comunicano con la natura attraverso l’uso di una stampa che trasmette tutti i colori, le peculiarità e la bellezza dell’incantevole paesaggio elvetico. Grazie al tratto raffinato di Flavio Fusè, il Ticino prende forma e vita, imprimendosi sul tessuto. L’idea che ha dato vita a questo progetto ad alta suggestione poetica, è scaturita dal desiderio di concretizzare un qualcosa che coniugasse il senso di appartenenza ad uno specifico territorio con la volontà di divulgare, in una modalità inedita ed insolita, le peculiarità dello stesso. “Sul filo del Ticino” nasce dall’estro creativo di Nicoletta e Silvia, entrambe cresciute nel Parco ticinese. Ricordi, sensazioni e profumi prendono vita naturalmente, sia per ispirazione che per confezione. Realizzato in filato di cotone puro, il tessuto è cento per cento Made in Italy, o meglio made in Como, coerente con l’ispirazione che lo ha generato.  Versatile ed eclettico, “Sul Filo del Ticino” si presta tanto all’impiego sartoriale quanto all’utilizzo per la realizzazione di complementi d’arredo. Per questa ragione il lancio è avvenuto in concomitanza della “Milano Fashion Week” e della settimana della “Milano Design City”.

LA COLLEZIONE - La collezione di cui è protagonista si declina, infatti, in una capsule collection di capi disegnati ad hoc e pronti per essere indossati: confezionati interamente a mano, ognuno di essi interpreta magistralmente lo spirito e l’atmosfera che permea il Parco del Ticino. Percezioni che entrano anche nelle nostre case grazie a complementi d’arredo che vestono gli spazi in un dialogo armonico tra natura e cultura. Il progetto si sta espandendo sulla forza spinta del raggiungimento di un obiettivo ambizioso, ovvero la notorietà su scala nazionale. 

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati