Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Motori

Suzuki al 46° Nauticsud di Napoli

Allo stand Suzuki, in collaborazione con Nautica Mediterranea Yachting, saranno esposti i DF150A e DF175A

di Giordano D'Angelo

NAPOLI - Suzuki inaugura l’anno 2019 partecipando al primo importante salone nautico nazionale proposto dal calendario, il Nauticsud, giunto alla 46ma edizione: dal 9 al 17 febbraio presso i padiglioni della Mostra d’Oltremare, a Napoli.

LA PRESENZA - Una presenza come al solito significativa per la casa motoristica di Hamamatsu, organizzata in collaborazione con Nautica Mediterranea Yachting, concessionario di zona e anche uno tra i più importante della rete Suzuki Marine per l’Italia, che avrà come palcoscenico uno stand di ben 400 mq nel Padiglione 3B dove sarà possibile ammirare buona parte della gamma dei fuoribordo Suzuki, composta da modelli che vanno dai 2,5 ai 350 cavalli. Uno spazio reso particolarmente attrattivo Uno spazio reso particolarmente attrattivo dalla presenza dei nuovi Suzuki DF150A e DF175A, novità per la stagione 2019 dal DF350A, l’unico fuoribordo al mondo dotato di un sistema di propulsione a due eliche controrotanti, e dall’esposizione di gommoni e barche in vetroresina, che danno un saggio delle possibilità di utilizzo dei motori Suzuki, il meglio della tecnologia nell’ambito dei fuoribordo 4 Tempi.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, dal barcone al pallone: il razzismo a convenienza 13 luglio 2020 10:02

Calcio, dal barcone al pallone: il razzismo a convenienza

Lo straniero, secondo una diffusa mentalità, è da denigrare solo quando è avversario

ROMA - La coerenza, ce ne stiamo accorgendo, non è cosa di questi tempi. Ciò che oggi sosteniamo strenuamente, domani condanniamo in maniera forte e convinta; senza che questa sia...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid-19: siete preoccupati per una possibile seconda ondata del virus in Italia?

Risultati