Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Sport

Suzuki Cross Country 2020: Il Valtiberina riaccende la passione per l’off road.

Suzuki Cross Country 2020: Il Valtiberina riaccende la passione per l’off road.

Questo fine settimana al via il 1°Cross Country Valtiberina, primo dei 4 round

di Federico Marconi

ROMA - Sabato 8 e domenica 9 agosto riparte il Campionato Italiano Cross Country e si riaccende un doppio semaforo verde Suzuki Italia. Da un lato, la corsa al titolo assoluto con il driver della squadra ufficiale Lorenzo Codecà, dall’altra il Suzuki Challenge.

LA SQUADRA - Il brianzolo è pronto a lanciarsi nella mischia ancora una volta e sarà nuovamente l’uomo da battere. Tornerà nella massima serie sempre su Suzuki Gran Vitata 3.6 V6 benzina di Gruppo T1, la vettura che lo ha accompagnato fedelmente sin dal primo Campionato Italiano vinto insieme nel 2008. Una coppia che ha prodotto una serie di successi da record e che per il 2020 punterà a portare a Suzuki il nono tricolore assoluto e terzo consecutivo dopo le vittorie 2018 e 2019. La novità sarà alla destra di Codecà, rappresentata dal navigatore friulano Mauro Toffoli.

IL COMMENTO - Lorenzo Codecà: «Partiamo anche quest’anno comunque, logicamente, sempre per difendere il titolo. Affronteremo il Campionato puntando al massimo della posta ad ogni gara. Non possiamo ragionare diversamente. Ma le insidie e le variabili non mancheranno, dato che quest’anno ci sono due novità importanti. Sia il Valtiberina che il Tuscan non l’abbiamo mai affrontate come gare, quindi saranno tutte da scoprire per noi del Cross Country. Questa stagione è basata su settori con terreno prettamente rallistico, molto più veloci. Per le nostre auto saranno più semplici da affrontare, perché poco insidiosi, così il confronto si baserà soprattutto sulla velocità. Meno salti e guadi, ma ci sarà da divertirsi lo stesso andando più di traverso. Noi non dovremmo avere problemi, dato che il Gran Vitara ha nella maneggevolezza e nella guidabilità il suo forte, quindi sulla carta dovremmo ben figurare. Quest’anno viste le vicende legate al coronavirus siamo già contenti di quello che arriva e ricominciare a correre è un grande traguardo».

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati