Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Motori

Suzuki JIMNY: alla scoperta delle tecnologie

La Divisione Auto di Suzuki ha pubblicato sul suo canale YouTube tre nuovi video

di Federico Marconi

ROMA - Dal 1970 Suzuki è il punto di riferimento indiscusso quando si parla di fuoristrada compatti. In quell’anno fu presentato il leggendario LJ10, capostipite di una famiglia di mezzi a trazione integrale, leggeri e dalle dimensioni ridotte, divenuti celebri per la loro straordinaria mobilità su ogni terreno. La formula introdotta dal famoso “Suzukino” è ancora oggi applicata e, con l’ultima generazione di JIMNY, Suzuki ha alzato ulteriormente l’asticella delle prestazioni, affinando alcune tecnologie già esistenti e sviluppandone altre nuove. Per permettere ai Clienti di conoscere bene e pienamente le qualità di JIMNY, la Casa di Hamamatsu ha deciso di pubblicare tre tutorial.

I FILMATI - I filmati mostrano come applicare l’evoluta trazione integrale 4x4 AllGrip Pro e il raffinato sistema Hill Descent Control, che regola automaticamente la velocità nelle discese più impegnative. Seguendo i tutorial di Suzuki, che integrano le informazioni scritte nel manuale d’uso e manutenzione, è possibile mettersi al volante di JIMNY e raggiungere qualsiasi destinazione in tutta sicurezza e con il massimo del divertimento.

IL TUTORIAL - Il primo tutorial illustra il funzionamento della trazione integrale inseribile 4x4 AllGrip Pro di JIMNY. Il video spiega come questo schema di trasmissione consenta, attraverso una pratica leva centrale a tre posizioni, di passare rapidamente dalle due alle quattro ruote motrici oppure di muoversi in 4x4 con le marce ridotte. La modalità 2H prevede la sola trazione posteriore ed è per la guida in condizioni normali.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Parlamento, zona franca 25 maggio 2020 10:03

Parlamento, zona franca

I politici di casa nostra, anche durante il lockdown, hanno continuato a non dare il buon esempio

ROMA - “Quis custodiet ipsos custodes?”, o per meglio dire (visto che con la didattica a distanza di latino sul pc, ultimamente, se ne sta leggendo molto) “chi sorveglierà i...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Serie A, è giusto ripartire?

Risultati