Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Turismo

Talassoterapia, il benessere dal mare sulla Hadriani spa-boat

L’acqua di mare come cura naturale: è la talassoterapia, basata sulle proprietà del sale e degli altri elementi

di Martina Turco

VENEZIA – Salus per Aquam: salute dall’acqua, e in particolare dall’acqua di mare. Proprio a questo ha pensato l’imprenditore Adriano Stocco quando ha deciso di trasformare il suo yacht in un centro benessere su cui esplorare Venezia e le sue isole fra un bagno turco e un’immersione nell’idromassaggio, il tutto rigorosamente con acqua di mare depurata. Il team della Hadriani spa-boat ha studiato il percorso ideale per avere il massimo beneficio dalla talassoterapia.

LE PRATICHE - Nata all’inizio dell’Ottocento, la talassoterapia comprende tutte quelle pratiche che donano benefici fisici ed estetici sfruttando l’effetto combinato di sale, iodio e acqua di mare tramite bagni, nebulizzazioni e inalazioni di vapore acqueo. Il sale ha infatti la capacità di disciogliersi in acqua e di entrare in circolo sia tramite il diretto contatto della pelle con l’acqua, sia tramite l’inalazione di acqua marina nebulizzata, come accade nel bagno turco. Gli effetti purificanti, disinfettanti e antiossidanti dell’acqua ricca  di  sali  minerali e oligoelementi apportano benefici a molti livelli: dalla cute, che viene idratata e regolata nel pH, agli apparati osteoarticolare, circolatorio e respiratorio. Il ciclo perfetto di talassoterapia, che comprende bagno nell’acqua salina, sauna, idromassaggio e bagno turco, apporta in 5 ore un assorbimento di sali minerali pari a una settimana di alimentazione ricca  di  verdura e frutta. Infatti le alte temperature, alternate all’immersione nell’idromassaggio e alla nebulizzazione del bagno turco, permettono il rilascio delle tossine dannose, purificando l’organismo e reintegrandolo di sali minerali necessari.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, dal barcone al pallone: il razzismo a convenienza 13 luglio 2020 10:02

Calcio, dal barcone al pallone: il razzismo a convenienza

Lo straniero, secondo una diffusa mentalità, è da denigrare solo quando è avversario

ROMA - La coerenza, ce ne stiamo accorgendo, non è cosa di questi tempi. Ciò che oggi sosteniamo strenuamente, domani condanniamo in maniera forte e convinta; senza che questa sia...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid-19: siete preoccupati per una possibile seconda ondata del virus in Italia?

Risultati