Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Salute

Terza dose: da Anaste ER appello agli operatori sanitari a vaccinarsi

Terza dose: da Anaste ER appello agli operatori sanitari a vaccinarsi

Al centro rimane "la protezione dei più fragili e l’appello agli operatori sanitari di sottoporsi alla terza dose per completare il ciclo vaccinale"

di Alessia Salmoni

BOLOGNA - Prosegue nelle strutture sociosanitarie ANASTE Emilia-Romagna, l’iter di somministrazione della terza dose del siero antiCovid dopo almeno sei mesi dal completamento del ciclo primario di vaccinazione. La copertura vaccinale, effettuata in questi giorni nelle diverse residenze tra Bologna, Modena e Ferrara, riguarda in prima battuta gli anziani e al contempo i sanitari: medici, infermieri, OSS e tutto il personale ausiliario. Per monitorare tempistiche e modalità di prenotazione delle cosiddette dosi Booster del vaccino, l’ ANASTE regionale ha avviato un sondaggio interno tra le proprie associate, ponendosi come interlocutore e “facilitatore” del dialogo con le USL provinciali e la Regione Emilia-Romagna.

VACCINO "UNICA ARMA" - “Il vaccino è l’unica arma che abbiamo per uscire dalla pandemia - dichiara il Presidente ANASTE Emilia-Romagna dott. Gianluigi Pirazzoli - in questa nuova fase dell’emergenza sanitaria in cui il valore dell’Rt è risalito a 1,12. Mi chiedo come mai e per quale ragione la terza dose non sia obbligatoria per il personale delle strutture.

PROTEZIONE E SICUREZZA - La priorità dell’ANASTE Emilia-Romagna è stata fin dall’inizio proteggere e mettere in sicurezza la popolazione più debole. Per questa ragione, stiamo seguendo l’evoluzione della terza dose, snellendo ove possibile burocrazia e tempistiche”. - conclude Pirazzoli. Nel quadro regionale attuale caratterizzato da un aumento generale dei contagi, le strutture ANASTE ER hanno mantenuto rigide le misure di prevenzione e protezione. Dalla verifica della validità del Green pass all’ingresso delle strutture all’uso dei DPI, alla sanificazione di tutti gli ambienti, in particolare degli spazi comuni, fino alla sensibilizzazione del personale affinchè completi il ciclo vaccinale sottoponendosi alla terza dose.

LE VISITE - Le visite dei parenti vengono generalmente consentite su appuntamento; una buona rappresentanza di strutture ANASTE ER consente di incontrare il proprio congiunto per circa 30 minuti e anche più volte alla settimana.

L'IMPEGNO - L’impegno dell’associazione regionale, fiduciosa nella ricerca scientifica e verso i vaccini, sarà quello di attuare in sicurezza un graduale traghettamento dei più fragili e personale sociosanitario verso una nuova normalità.

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio 5 febbraio 2022 17:15

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio

Il calcio italiano è finito. Ora mancano solo i titoli di coda

ROMA – Ancora arbitro protagonista in Serie A. Nel corso di Roma-Genoa, valevole per la 24ª giornata del massimo campionato, il signor Rosario Abisso annulla, dopo la consultazione del...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, il 31 marzo è la data giusta per togliere lo stato di emergenza?

Questo sondaggio è chiuso.

  • 54.5 %
  • No 45.5 %
Vai alla pagina dei sondaggiLeggi l'articolo