Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Economia

Tornano a brillare le startup italiane grazie a Bangel

Tornano a brillare le startup italiane grazie a Bangel

La riscoperta di nuovi valori nell'imprenditoria come l'inclusività finanziaria e la sostenibilità ambientale

di Anna Arena

ROMA - Non sono anni facili per le startup Italiane, seppure estremamente numerose. Toccata in questi giorni per la prima volta la quota di 10 mila startup in Italia, a volte con ottimi risultati ma, molto più spesso, annegate in percorsi di crescita fatti di ostacoli come la mancanza di una visione non tanto a lungo termine quanto ad ampio raggio.

RICERCA DI CAPITALI - Che le startup Italiane facciano difficoltà a raccogliere capitali per il proprio lancio è fatto storico dovuto a diversi fattori: dall'ecosistema ancora in fase di maturazione alla nostra intramontabile sindrome esterofila. Ed oggi la situazione potrebbe peggiorare nonostante i numeri del settore degli investimenti stiano globalmente migliorando, in un Paese come l'Italia dove il volume totale è comunque un terzo rispetto a quello spagnolo ed un settimo di quello tedesco.

GLI INVESTIMENTI - Gli investimenti nelle startup italiane nel 2018 hanno toccato i 327 milioni di euro sul totale di 600 milioni apportati dai fondi venture nell'imprenditoria italiana, ma la taglia media delle operazioni cresce incredibilmente passando dagli 800 mila euro del 2017 agli oltre 2 milioni di euro del 2018. Tolte le prime 20 grandi operazioni venture che hanno accentrato circa 327 milioni di euro (su un totale di 600 milioni investiti in Italia), le restanti hanno avuto quindi un valore medio di un milione circa.

LE VITTORIE - Bangel negli ultimi 12 mesi ha contribuito alla creazione di 2 aziende oramai in «go to market» con un enterprise value complessivo di 2 milioni di euro, che potrebbe crescere esponenzialmente tra il 2019 ed il 2020, ed un'equity value di mezzo milione di euro, ma con la peculiarità di averli raccolti nella fase embrionale, presentando agli investitori progetti di crescita credibili ed in cui riporre la fiducia nonostante il quasi «ground zero» di partenza.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati