Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Spettacolo

"Trent'anni di grano" al Teatro delle Ariette a Valsamoggia, Bologna, dal 12 al 14 agosto

"Trent'anni di grano" al Teatro delle Ariette a Valsamoggia, Bologna, dal 12 al 14 agosto

Tre mesi di vita per raccontare trent’anni di matrimonio e di storia con la terra delle Ariette. Punto di vista scelto per osservare il presente è il grano

di Giordano D’Angelo

BOLOGNA - Dopo il debutto a Matera al Festival La Terra del Pane promosso dalla Fondazione Sassi e le repliche all’Oratorio San Filippo Neri a Bologna, il Teatro delle Ariette presenta dal 12 al 14 agosto alle ore 20 nel suo teatro in Valsamoggia “Trent’anni di grano. Autobiografia di un campo” il diario di vita quotidiana che Paola Berselli e Stefano Pasquini hanno scritto nel periodo dal 18 giugno al 21 settembre 2019. Tre mesi di vita per raccontare trent’anni di matrimonio e di storia con la terra delle Ariette. Punto di vista scelto per osservare il presente è il grano, bussola che guida il viaggio attraverso le persone e le storie, le donne e gli uomini che sanno di pane, che ne hanno memoria. Un punto di vista per raccontare il presente con le sue contraddizioni, le intolleranze (non solo alimentari), il rapporto con la terra, gli animali, le piante e gli uomini, il rapporto con la società nella quale viviamo.

LO SPETTACOLO - Uno spettacolo per quaranta spettatori seduti attorno a un grande tavolo basso a forma di U. Paola e Stefano, insieme a Maurizio Ferraresi, detto Ferro, sono al centro, seduti a terra su un pavimento coperto di chicchi di grano, dove preparano e cuociono le tigelle, un piccolo pane tipico del territorio, e leggono le parole del diario illuminati dalle luce delle candele e, in lontananza, si sente l’eco di un’orchestra che suona Summertime. Tre mesi di diario, trent’anni di vita. Forse uno spettacolo, forse una veglia, come nelle notti d’estate sotto le stelle, quando ci sentiamo piccoli, molto piccoli, granelli di polvere in mezzo ai campi.

 

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati