Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Esteri

Ucraina, si combatte fuori Kyiv. Profughi nella strada tra la capitale e L'viv

Ucraina, si combatte fuori Kyiv. Profughi nella strada tra la capitale e L'viv

Le unità dell'esercito ucraino parlano di scontri fuori dalla capitale, mentre le fonti dell'Agenzia Dire parlano di continui spostamenti verso ovest

ROMA - Unità dell'esercito ucraino sono impegnate in combattimenti alla periferia della capitale Kiev, nelle aree di Dymer e Ivankiv, dove stanno avanzando blindati e veicoli militari russi: lo hanno riferito le forze armate nazionali.

IL MESSAGGIO - Nel messaggio, diffuso con un post su Facebook, si aggiunge che per impedire l'avanzata russa è stato distrutto un ponte sul fiume Teteriv. Stando alle versione delle forze armate di Kiev, militari ucraini stanno ancora resistendo in un aeroporto a circa 20 chilometri dalla capitale.

I PROFUGHI - "Sulla strada da L'viv a Kiev questa mattina si incontrano tanti profughi in viaggio; dalle targhe delle automobili si capisce che arrivano sia dalla capitale che dalla regione circostante: puntano tutti a ovest". Così all'agenzia Dire fonti in Ucraina che si stanno spostando in macchina. "La situazione cambia di minuto in minuto" continua il racconto. "Le sirene dell'aereonautica hanno suonato per il rischio di bombardamenti sia a Kiev che in città distanti dalla capitale fino a cento chilometri". Secondo le fonti, partite stamane da L'viv, le persone che viaggiano in senso inverso sono perlopiù profughi interni, costretti o spinti a lasciare case, città o villaggi dall'allarme per i bombardamenti e dalla preoccupazione per l'offensiva militare avviata dalla Russia ieri.

I PROSSIMI GIORNI - Secondo le fonti, "anche domani sarà pesante e i prossimi due giorni saranno decisivi per capire cosa accadrà". Alla Dire altri testimoni confermano le notizie su incendi in alcuni palazzi nel settore di Darnytskyi, dopo l'abbattimento di un caccia russo nella notte. Resoconti giungono poi da Dnipro, a est della capitale, e ancora dal settore prossimo a Lugansk, più vicino alle regioni delle "repubbliche popolari" proclamate nel 2014 dai separatisti filo-russi. "Tutta la regione è stata molto bombardata" riferiscono alla Dire. "Prevediamo tentativi di avanzare, anche se l'esercito e i militari ucraini stanno organizzando la difesa".

 

FONTI e FOTO: Agenzia Dire

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio 5 febbraio 2022 17:15

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio

Il calcio italiano è finito. Ora mancano solo i titoli di coda

ROMA – Ancora arbitro protagonista in Serie A. Nel corso di Roma-Genoa, valevole per la 24ª giornata del massimo campionato, il signor Rosario Abisso annulla, dopo la consultazione del...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, il 31 marzo è la data giusta per togliere lo stato di emergenza?

Questo sondaggio è chiuso.

  • 54.5 %
  • No 45.5 %
Vai alla pagina dei sondaggiLeggi l'articolo