Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Parlamento Europeo

UE contro alimentari che potrebbero essere dannosi per i bambini

UE contro alimentari che potrebbero essere dannosi per i bambini

Il principio di precauzione deve guidare la politica

di Alessia Salmoni

BRUXELLES - Per proteggere la salute dei consumatori europei, in particolare quella dei bambini, i deputati si sono opposti alle proposte della Commissione sui prodotti alimentari contenenti biossido di titanio e acrilammide. La prima obiezione riguarda la proposta di modifica della Commissione alla normativa che stabilisce le specifiche per gli additivi alimentari per quanto riguarda il biossido di titanio (E 171). È stato approvato con 443 voti contro 118 e 135 astensioni.

IL PRINCIPIO - Il Parlamento invita la Commissione ad applicare il principio di precauzione e a rimuovere l'E171 dall'elenco UE degli additivi alimentari consentiti che sono attualmente utilizzati principalmente per colorare dolciumi, prodotti da forno e pasticceria, nonché gomme da masticare, caramelle, cioccolatini e gelati. Poiché questi prodotti sono molto apprezzati dai bambini, i deputati al Parlamento europeo sono particolarmente preoccupati per la loro potenziale esposizione all'additivo. Sottolineano che la Francia ha vietato la vendita di prodotti alimentari contenenti biossido di titanio a partire dal 1 ° gennaio 2020 e che 85000 cittadini in tutta Europa hanno firmato una petizione a sostegno del divieto francese.

I CONTAMINANTI - Anche la seconda obiezione alla proposta della Commissione di modificare le norme che fissano i tenori massimi di acrilammide in alcuni alimenti per lattanti e bambini nella prima infanzia è stata approvata con 469 voti contrari e 90 astensioni. L'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha precedentemente confermato che l'acrilammide, un contaminante di lavorazione che si presenta naturalmente quando alcuni alimenti vengono riscaldati, aumenta potenzialmente il rischio di sviluppare il cancro in tutte le fasce d'età. Nella risoluzione, i deputati chiedono alla Commissione di abbassare il livello massimo proposto consentito per due prodotti alimentari spesso somministrati a neonati e bambini piccoli, poiché sono i più esposti, in base al loro peso corporeo. Sottolineano inoltre che i biscotti e le fette biscottate che non sono prodotti specificamente per lattanti e bambini piccoli, ma che spesso vengono loro offerti o addirittura commercializzati, dovrebbero far fronte alle stesse richieste più rigorose.

 

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati