Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Tecnologia

USA, controlli elusi: continua la disinformazione sui social

USA, controlli elusi: continua la disinformazione sui social

Lo afferma una ricerca del German Marshall Fund, un think thank statunitense

di Stefania Abbondanza

ROMA – Nonostante le contromisure negli Usa su Facebook e Twitter proliferano le news provenienti da siti 'specializzati' in disinformazione. Lo afferma una ricerca del German Marshall Fund, un think thank statunitense, secondo cui a spingere in alto le cifre sono stati il coronavirus e le elezioni presidenziali.

I FATTI – Su Twitter le condivisioni da account verificati di contenuti da siti di disinformazione hanno raggiunto livelli record nell'ultimo trimestre del 2020, con 47 milioni di 'cinguettii', un terzo dei 155 milioni registrati in totale. Su Facebook, prosegue il documento, c'è stato un declino nelle interazioni con tutti i siti, sia quelli credibili che quelli che propagandano disinformazione, ma le interazioni con questi ultimi sono aumentate nel 2020 rispetto all'anno precedente.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Governo Draghi, c’è la fiducia del Parlamento: è la scelta giusta?

Risultati