Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

International News

Venice Art Biennale connects China and Italy

Venice Art Biennale connects China and Italy

威尼斯两年一度的展览连结中国与意大利

di Flavia Cruciani

 

La Biennale di Venezia unisce Cina ed Italia

 

 

As the Door of the Orient, Venice looks carefully at countries that are renewing their artistic language, one example is China. The “Crossover/ A dialog between the Chinese School of Hubei and the New Italian Art Scene” Exhibition, curated by Ji Shaofeng and Alessandro Riva, highlights works and experiences of a group of Chinese artist, the so-called Hubei School, putting them in comparison with similar experiences witnessed in Italian contemporary art. If Chinese artists narrate their country’s new art, in balance between avant-garde and tradition, similarly young Italian artists got back some traditional techniques (mainly painting and sculpture), but arranged them on a modern take. Linked to the 2013 Venice Art Biennale, that will occur between 1st of June and the 24th of November at Tesa 113, Arsenale Nord, “Crossover” is not simply a comparison at distance, but the first attempt to put together two geographically distant experiences in order to let the artists connect with each other, giving and receiving international artistic influences. 

 

 

东门的威尼斯仔细看着跟中国一样艺术语言正在变新的国家. 冀少峰和Alessandro Riva 馆长的"Crossover/中国湖北学派与New Italian Art Scene 对话"展览使注意力集中于两名中国艺术家, 就是湖北学派的, 和他们的工作与经历, 再与从意大利来的艺术家经理相比. 中国艺术家描述中国新艺术, 就在传统与当代的冲突, 和年轻意大利艺术家一样重新用传统技巧(图画,雕刻)但还有当代特性. 在今年从6月1日到11月24日的第55个威尼斯两年一度展览里, Crossover 不但是中意远处相比, 而且就是第一次尝试把两相远的国家连结为联结艺术家技巧和相影响国家艺术.

 

 

Venezia, porta d’Oriente, guarda con estrema attenzione ai paesi che stanno rinnovando il loro linguaggio artistico come la Cina. La mostra “CROSSOVER / A dialog between the Chinese School of Hubei and the New Italian Art Scene”, curata da Ji Shaofeng e Alessandro Riva, mette in luce il lavoro e le esperienze di un gruppo di artisti cinesi, la cosiddetta  “Scuola  dello  Hubei”,  ponendoli  a  confronto  con  analoghe  esperienze  provenienti  dall’arte  italiana contemporanea. Se  gli  artisti  cinesi  raccontano  la  realtà  della  nuova  arte  del  loro  paese,  sospesa  tra  avanguardia  e tradizione,  analogamente  anche  gli  artisti italiani di queste ultime generazioni hanno compiuto un percorso di recupero di tecniche tipiche della tradizione italiana (pittura e scultura in primis),  pur  con  accenti  e  modalità  contemporanee. Parallela  alla  55a  edizione  della  Biennale  d'Arte  di  Venezia  2013,  dal 1°  giugno  al  24 novembre alla Tesa  113,  Arsenale Nord, CROSSOVER non  vuole essere  dunque  un  semplice  confronto a  distanza, ma  il primo tentativo di mettere insieme due esperienze lontane geograficamente, cercando di lasciare che gli artisti stessi si contaminino, si guardino e influenzino vicendevolmente.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati