Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Turismo

Vista mozzafiato sull’urbe e cucina sorprendente

Vista mozzafiato sull’urbe e cucina sorprendente

Nuova apertura firmata Tridente Collection con un innovativo format curato dal talentuoso chef

di Valerio Cruciani

ROMA - Roma ha una nuova terrazza dalla quale essere ammirata, godendo al contempo della cucina di una delle firme più talentuose e in forma dell’intero panorama gastronomico italiano: Francesco Apreda. È lo chef campano infatti a curare l’innovativa proposta del Divinity, rooftop Lounge Bar & Restaurant del The Pantheon / Iconic Rome Hotel, prestigioso 5 stelle sito nel cuore antico dell’Urbe, a solo pochi passi dal Pantheon (in via di S. Chiara 4/A). Una struttura che è la punta di diamante del Gruppo Tridente Collection – corporate che vede al timone i fratelli Emidio e Fabrizio Pacini e Andrea Girolami – per il quale Apreda ricopre il ruolo di Chef Ambassador.

LA VISTA - La vista che offre il Divinity è unica: un colpo d’occhio a 360 gradi sulle bellezze di Roma e sui suoi suggestivi tetti, con ben sette cupole a recitare un ruolo da protagonista. A spiccare, in tutta la loro magnificenza, sono in particolare Sant’ Ivo alla Sapienza, capolavoro del maestro Borromini, e, ovviamente, il Pantheon. Ed è proprio da quest’ultimo, originariamente dedicato alle divinità, che il Divinity trae spunto per il proprio nome.

I PAVIMENTI - Pavimenti in marmo bianco statuario, intricata installazione a parete in ottone, bellissima cantina a vista, elegante bancone bar: questi gli elementi topici di un design esclusivo, capace di integrarsi alla perfezione con il panorama circostante, caratterizzando la raffinata sala interna e l’ampio dehors.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati