Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Sport

Atletica, prove multiple: weekend tricolore a Padova

Atletica, prove multiple: weekend tricolore a Padova

Al Palaindoor la rassegna nazionale per promesse, juniores e allievi. In pista, fuori gara, anche l’azzurro Simone Cairoli

di Maria Chiara Fantauzzi

PADOVA - Un altro appuntamento con il tricolore nel calendario dell’atletica. Sarà anche quest’anno Padova ad accogliere, in questo fine settimana, i Campionati italiani di prove multiple indoor delle categorie promesse, juniores e allievi. Per l’ottava stagione consecutiva nella stessa sede e per la seconda in una manifestazione dedicata ai giovani, stavolta prevista in coda alla stagione in sala, un paio di settimane dopo aver assegnato i titoli assoluti ad Ancona. E nella città veneta è atteso uno dei protagonisti di quell’evento: Simone Cairoli (Atl. Lecco Colombo Costruzioni), impegnato fuori classifica nell’eptathlon, in un nuovo test agonistico per approfittare della condizione di forma già messa in evidenza nella gara marchigiana. Agli Assoluti il 31enne lombardo è arrivato a quota 5986 punti, oltre ai personali nel lungo (7.73) e nell’asta (4.80). Entusiasmante il duello andato in scena con il neoprimatista italiano Dario Dester (6076), nel frattempo volato agli Europei indoor di Torun: entrambi hanno superato il precedente record nazionale. In palio sei titoli: due nella prima giornata, quelli del pentathlon femminile under 23 e under 20, e gli altri quattro domenica, con l’eptathlon maschile nelle stesse fasce d’età insieme al pentathlon under 18 per uomini e donne.

PROMESSE - Torna in gara la campionessa italiana assoluta Marta Giaele Giovannini (Atl. Livorno) che ha festeggiato nel pentathlon ad Ancona dove si è migliorata con 3991 punti. Vent’anni ancora da compiere, la giovane toscana andrà in caccia del tricolore promesse per allungare la striscia vincente iniziata con la doppietta di titoli juniores (indoor e all’aperto) nella scorsa stagione. Al via l’intero podio di due settimane fa con Sara Chiaratti (Trionfo Ligure) e la piemontese Chiara Sala (Gs Ermenegildo Zegna), insieme a Rebecca Gennari (N. Atl. Varese) che potrebbe difendere il titolo e alla tricolore outdoor Rebecca Scardovi (Atl. Lugo). Fuori classifica iscritta Enrica Cipolloni (Fiamme Oro). Al maschile tra gli under 23 annunciato il rientro nelle prove multiple di Lorenzo Naidon (Us Quercia Trentingrana), cresciuto nella scorsa estate fino a 7443 punti nel decathlon. La sfida è con Lorenzo Modugno (Pol. Triveneto Trieste), terzo agli Assoluti, però cercano spazio anche Simone Ronzoni (Atl. Imola Sacmi Avis) e l’ex tricolore juniores Alessandro Arrius (Osa Saronno Libertas).

JUNIORES E ALLIEVI - Nell’eptathlon under 20 si candidano due atleti già titolati da allievi, Lorenzo Pezzolato (Fiamme Oro Padova) e Alessandro Sion (Safatletica Piemonte), senza dimenticare Simone Santini (Sport Race Roma), terzo l’anno scorso nel decathlon di categoria. Al femminile nel pentathlon vuole l’ennesimo successo Greta Brugnolo (Atl. Riviera del Brenta). Appena entrata tra le juniores, ha cominciato il 2021 conquistando il triplo e qui se la vedrà di nuovo con la trentina Giulia Riccardi (Gs Trilacum) che è stata seconda alle sue spalle nella rassegna U18 outdoor della passata stagione. Il campione italiano del decathlon allievi Alberto Nonino (Atl. Malignani Libertas Udine) va in caccia del tricolore anche al coperto: nel pentathlon troverà fra gli altri i piemontesi Stefano Demo (Atl. Canavesana), ex campione dell’esathlon cadetti, e Simone Menchini (Sisport Torino). Per il titolo del pentathlon under 18 si propone Matilde Carboncini (Toscana Atl. Empoli Nissan), con l’obiettivo di tornare sul gradino più alto del podio che ha occupato da cadetta come l’altoatesina Alessia Goffi (Atl. Gherdeina Raiffeisen).

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, quasi tutta Italia in zona rossa: restrizioni troppo dure o necessarie?

Risultati