Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Sport

Calcio, "non ha classe", giornali spagnoli contro Mbappè (e Florentino Perez)

Calcio, "non ha classe", giornali spagnoli contro Mbappè (e Florentino Perez)

Risponde L'Equipe: spagnoli "campioni d'Europa della bile"

ROMA - "Hace falta mucha clase para jugar en el Madrid". Ci vuole classe per giocare nel Real Madrid. E' la prima pagina di Marca, che non ha proprio preso bene l'affronto di Mbappé, l'uomo che ha preferito restare al Psg (a cifre mai viste, nel mondo del calcio: si parla di 300 milioni di euro alla firma e 100 milioni netti a stagione) invece che andare in Spagna. E' il giornale spagnolo che più di ogni altro ha accusato il colpo. Scrive che "l'impatto di Kylian Mbappé al PSG è infinitamente inferiore a quello che sarebbe stato al Real Madrid. Per il momento gioca in un campionato semiclandestino, che in Spagna viene seguito su due canali regionali". Non sono tutti d'accordo, sulla stampa iberica. Ma la gravità del colpo di frusta è tattile.

CONTRO FLORENTINO PEREZ - Tra gli altri Iñaki Díaz-Guerra nel suo editoriale su El Mundo se la prende con Florentino Perez: "Se per un anno e mezzo siamo stati bombardati dal fatto che l'annunciato acquisto di Mbappé era un enorme successo, il suo rinnovo per il PSG non può che essere un fallimento. Un clamoroso fallimento. Ora ci saranno scuse furiose da parte di chi ha passato mesi ad appendersi medaglie per notizie che non lo erano. Oggi, lo stesso giocatore per il quale l'amore verso il Madrid era l'unica cosa pura in questo mondo meschino, è diventato un traditore, un mercenario, un perdente, tanto peggio per lui, lo scudo viene prima, abbiamo Vinicius, non succede niente, la Liga è superiore. E in questo triste concerto di luoghi comuni per cercare di sfatare il ridicolo, si diluiscono solo le argomentazioni, perché quando dai da mangiare a un mostro nel tuo giardino per così tanto tempo, non puoi scappare da lui quando si agita e ti divora. Il martirio che è diventato il caso Mbappé è stato seminato e creato dal Madrid, attraverso i suoi altoparlanti, e ora nessuna scusa tra quelle che troveranno, impedirà al mondo di guardare Florentino come il perdente indiscusso di questa partita. È inevitabile chiedersi che bisogno avesse il Madrid di infilarsi in questo pasticcio perché - non si sbaglia - ci è entrato da solo".

IL CONTINUO - El Paìs dedica tre pagine alla vicenda. E ci va giù altrettanto duro: "Di fronte all'imminente e inevitabile declino fisico di molti dei suoi uomini chiave, il centro di gravità del prossimo decennio sarebbe dovuto essere Mbappé, l'uomo a raccogliere il testimone dal suo amico Benzema che non ha smesso di corteggiare il giovane ogni volta che hanno giocato con la Francia. Il prescelto era Mbappé, la sua permanenza a Parigi costringe il Real a ripensare il progetto sportivo a medio e anche a breve termine". Alla campagna di stampa "partigiana" della Spagna risponde L'Équipe: gli spagnoli - scrive - sono i "campioni d'Europa della bile": "Questo non trasferimento del secolo è anche, e forse soprattutto, basato su un contratto di fiducia, sulla convinzione che il club dieci volte campione di Francia cambi davvero. Che smetta di collezionare stelle come figurine Panini, che smetta di considerare il suo allenatore come l'impiegato meno importante del business plan, che finalmente acquisisca un'identità di gioco e una cultura da club. Kylian Mbappé, PSG e Ligue 1 dovranno continuare a progredire e crescere insieme. Altrimenti la domanda si ripresenterà tra anni o mesi: Se queda o se va?". Per ora queda. Ed è un terremoto.

 

FONTE: Agenzia Dire - FOTO: Wikimedia.com, CC BY-SA 3.0

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio 5 febbraio 2022 17:15

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio

Il calcio italiano è finito. Ora mancano solo i titoli di coda

ROMA – Ancora arbitro protagonista in Serie A. Nel corso di Roma-Genoa, valevole per la 24ª giornata del massimo campionato, il signor Rosario Abisso annulla, dopo la consultazione del...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, il 31 marzo è la data giusta per togliere lo stato di emergenza?

Questo sondaggio è chiuso.

  • 54.5 %
  • No 45.5 %
Vai alla pagina dei sondaggiLeggi l'articolo