Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

Castel Savoia, inaugurato il nuovo percorso di visita

Castel Savoia, inaugurato il nuovo percorso di visita

Il nuovo riallestimento è frutto di un lavoro di squadra che ha coincolto strutture regionali competenti

di Giacomo Zito

ROMA – Inaugurato il nuovo percorso di visita del Castel Savoia, a Gressoney-Saint-Jean. Costruito tra il 1899 e il 1904 per volere della regina Margherita di Savoia, assidua frequentatrice della località ai piedi del Monte Rosa e amica di famiglia dei Beck-Peccoz, il castello si ripresenta al pubblico con un nuovo allestimento, frutto di un "intenso lavoro di ricerca e di ricostruzione della posizione originaria degli arredi reso possibile dalla documentazione contenuta negli archivi storici e fotografici" e di un'accurata "opera di restauro che ha coinvolto le decorazioni interne, gli arredi lignei e tessili e le tappezzerie dell'epoca", ha ricordato Viviana Maria Vallet, dirigente della struttura Patrimonio storico-artistico e gestione dei siti culturali, durante la conferenza stampa di questa mattina.

Il lungo lavoro di restauro e riallestimento è durato tre anni, subendo diversi ritardi a causa della pandemia, e ha anche permesso di riportare a Castel Savoia alcuni arredi della regina custoditi fino ad oggi nel maniero di Sarre e l'antico pianoforte gentilmente donato dalla famiglia Beck-Peccoz insieme ad altri oggetti d'arredamento e bozzetti d'epoca di proprietà della famiglia Lateltin. Ulteriori elementi, come le maioliche e il telefono dell'epoca, sono stati acquistati sul mercato antiquario, mentre l'accordo stupulato con l'amministrazione comunale ha permesso di arredare la veranda con il mobilio di Villa Margehrita, l'attuale sede del municiopio dove la regina ha trascorso le sue prime vacanze gressonare. Arricchiscono il percorso di visita due sale museali contenti alcuni scatti delle trasferte della regina nella Valle del Lys e della costruzione del castello provenienti dalle collezioni Guindani e Fondazione Sella.

Il nuovo riallestimento è frutto di un lavoro di squadra che ha coincolto strutture regionali competenti, la Soprintendenza per i beni e le attività culturali, diretta da Cristina De La Pierre, presente in costume di Gtressoney, e Francesca Filippi, autrice del volume "Castel Savoia a Gressoney-Saint-Jean. Il ritiro incantato della Regina Margherita".

Per l'assessore regionale al Turismo Jean-Pierre Guichardaz il Castel Savoia, così rinnovato, rappresenta un ulteriore tassello "della nostra offerta culturale, che possa portare nelle vostre case l'idea di una regione che sa accogliere e comunicare i suoi beni nell'ottica più ampia di un brand Valle d'Aosta che al di fuori di qui possa essere sempre più attrattivo". Il castello e il suo nuovo allestimento saranno visitabili tutti i giorni dalle 9 alle 19.

 

FONTE e FOTO: Agenzia Dire

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Estate 2021: Italia o estero per le vacanze?

Risultati