Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Cronaca

Colloqui di lavoro, ecco come comportarsi

Colloqui di lavoro, ecco come comportarsi

Lenstore ha intervistato diversi impiegati per scoprire quali sono gli atteggiamenti che trovano più fastidiosi durante i colloqui

ROMA – Tutti vogliono fare una buona impressione a un colloquio o in ufficio. I motivi non mancano: ottenere il lavoro dei propri sogni, stupire un cliente con una presentazione oppure farsi dare un aumento. Tuttavia, piccolezze come tormentarsi le unghie, non mantenere un contatto visivo o avere una postura scorretta potrebbero davvero dare un'impressione sbagliata, oltre a far perdere interesse a selezionatori, colleghi e superiori. Lenstore ha intervistato diversi impiegati per scoprire quali sono gli atteggiamenti che trovano più fastidiosi durante i colloqui e le situazioni che fanno vacillare l'autostima sul posto di lavoro.

Inoltre, grazie all'aiuto di vari career coach e un'esperta di linguaggio del corpo, vengono prese in esame anche le tecniche di comunicazione non verbale da adottare per mostrare sicurezza anche negli eventi più snervanti. DUE PERSONE SU CINQUE SOSTENGONO DI SENTIRSI SCORAGGIATE QUANDO IL SELEZIONATORE ASSUME UN'ESPRESSIONE ASSENTE - Anche se trasudi sicurezza durante un colloquio, fare una buona impressione può essere difficile se il tuo selezionatore assume un linguaggio del corpo che ti fa sentire a disagio. Sono stati intervistati 1.000 impiegati in tutta Italia per scoprire quali sono le tecniche di linguaggio del corpo più intimidatorie adottate dai selezionatori. Al primo posto, secondo oltre il 60% degli intervistati, la tecnica che più distrae è guardare il cellulare o controllare i messaggi. Al secondo posto troviamo i selezionatori distratti che, ad esempio, guardano fuori dalla finestra o sbirciano lo schermo del computer. Si classificano al terzo posto quelli che assumono un'espressione assente o aggressiva. Quasi metà degli intervistati afferma infatti che questo è l'atteggiamento che più li avrebbe scoraggiati.

Inoltre, è stato visto che sono le donne ad avere molte più probabilità di risentire di queste tecniche di distrazione rispetto agli uomini.

COSA POSSIAMO FARE PER GESTIRE CHI USA UN LINGUAGGIO DEL CORPO INTIMIDATORIO? - Liz Sebag-Montefiore, direttrice e co-fondatrice di 10Eighty, azienda specializzata in coaching professionale, afferma che 'anche se un selezionatore sembra scortese è importante non adottare un linguaggio del corpo negativo, così da evitare situazioni imbarazzanti'. Se il selezionatore sembra distratto, l'esperta suggerisce ai candidati di porre una domanda per riportare la sua attenzione sul colloquio. "Parla a voce più alta o aspetta a rispondere. Rispondi con cortesia e punta a catturare l'attenzione di chi ti ascolta. Cerca di stabilire un contatto visivo, sorridi, annuisci e mostra di essere presente nella conversazione. Sii amichevole e flessibile. Di fronte a un selezionatore distratto è importante mantenere la positività. Le prime impressioni contano e i datori di lavoro sono più portati a scegliere una persona positiva ed entusiasta che mostri energia e curiosità'.

BASTANO SETTE SECONDI PER FARE UNA BUONA PRIMA IMPRESSIONE - La ricerca ha dimostrato che bastano sette secondi per farci un'idea di qualcuno quando lo incontriamo per la prima volta. Ciò significa che i primi minuti di un colloquio di lavoro sono cruciali per fare l'impressione giusta. Kirsty Hulse, fondatrice di Roar! Training sostiene che dobbiamo capire cosa ci dà una sferzata di autostima: "Pensa a come ti senti quando trasudi sicurezza. Come saluti le persone? Con che atteggiamento entri in una stanza? Indipendentemente dal carattere, tutti possiamo proiettare un'immagine vincente'.

QUINDI COSA S'INTENDE PER "SICUREZZA DI SÉ"? UN CAREER COACH PROFESSIONISTA E UN'ESPERTA DI LINGUAGGIO DEL CORPO SVELANO LE LORO MIGLIORI STRATEGIE.

E se il colloquio avviene tramite videochiamata? In questo caso, non è semplice adottare molte delle tecniche che vedremo.

Tuttavia, assicurati che la tua sedia sia alla giusta distanza dalla scrivania per mostrare che ti stai avvicinando allo schermo quando parli.

Metterà sia te che il selezionatore più a vostro agio. 4. Fai gesti spontanei ma consapevoli - Liz Sebag-Montefiore sostiene che tenere la mano sulla guancia e gesticolare con i palmi aperti sono gesti utili per far sapere al selezionatore che stai pensando attentamente alle tue risposte. Al contrario, inclinare la testa quando il selezionatore sta parlando mostra che ti stai impegnando per mantenere viva la conversazione.

LINGUAGGIO DEL CORPO: COSA NON FARE QUANDO SOSTIENI UN COLLOQUIO - Il 55% della comunicazione è di tipo non verbale. Per fare una buona impressione durante un colloquio di lavoro, devi quindi fare attenzione a cosa dici con il corpo. Se vai nel pallone o devi rispondere a una domanda difficile, la tua sicurezza potrebbe vacillare. Vediamo quindi quali sono i fattori da tenere a bada.

QUASI UN IMPIEGATO SU TRE SOSTIENE DI NON SENTIRSI A SUO AGIO NEL CHIEDERE UN AUMENTO - Il linguaggio del corpo è importante non solo per la nostra reputazione sul posto di lavoro, ma anche per costruire rapporti di fiducia con colleghi e superiori. Tuttavia, non è sempre facile fare la mossa giusta, soprattutto in una situazione in cui non siamo a nostro agio. Sono stati sempre intervistati diversi impiegati anche per scoprire quali sono le situazioni che più minano la loro autostima sul posto di lavoro.

Richiedere un aumento di stipendio o una promozione sono in cima alla lista delle situazioni più stressanti. Subito sotto, troviamo parlare in pubblico o tenere una presentazione, e gestire i conflitti. I lavoratori più giovani (16-24 anni) non hanno la sicurezza necessaria per chiedere un aumento di stipendio (39%) o una promozione (41%). Per la maggior parte di queste situazioni, la mancanza di sicurezza diminuisce con l'aumentare dell'esperienza. Dall'indagine è emerso anche che le donne hanno più probabilità di sentirsi intimidite nella maggior parte di queste situazioni, specialmente quando si tratta di chiedere un aumento di stipendio o una promozione.

GLI ESPERTI SPIEGANO COME TRASMETTERE PROFESSIONALITÀ E SICUREZZA ATTRAVERSO IL LINGUAGGIO DEL CORPO IN ALCUNE DELLE CIRCOSTANZE PIÙ SNERVANTI - Ecco come mostrarsi sicuri di sé quando si parla in pubblico o si tiene una presentazione. Se stai tenendo una presentazione e sei in piedi, ricordati di assumere una postura aperta e di gesticolare con mani e braccia, senza perdere il contatto visivo con il pubblico. Evita di incrociare le braccia o di tenere le mani in tasche: in questo modo comunicherai che hai la situazione sotto controllo.

Il discorso cambia per le presentazioni in videochiamata, dove non è possibile usare il linguaggio del corpo. Prova a registrarti prima della presentazione usando le tecniche descritte qui sotto per capire su quali aspetti lavorare.

- Guarda la webcam: è l'alternativa virtuale al contatto visivo.

Mantieni la concentrazione sulla videocamera mentre parli. Non fissare le altre persone sullo schermo: per chi ti guarda è come se stessi sbirciando in basso o di lato.

- Siediti in modo composto: appoggiarsi allo schienale oppure ondeggiare sulla sedia possono essere abitudini difficili da estirpare, soprattutto quando si lavora comodamente da casa.

Durante la presentazione, ricorda di tenere la schiena dritta e di tirare indietro le spalle.

- Gesticola: le ricerche indicano che gesticolando il valore delle parole aumenta del 60%. Se normalmente muovi molto le mani e le braccia quando parli, puoi farlo anche in videochiamata.

Ovviamente senza esagerare. Il consiglio di Liz Sebag-Montefiore: "Prova il tuo discorso con qualcuno per vedere se riesci a esporlo in maniera scorrevole. Controlla i contenuti della presentazione con una persona ferrata in materia per assicurarti che non ci siano errori. Poi prendi il coraggio a due mani e buttati!". COME MOSTRARSI SICURI QUANDO SI DISCUTONO UN AUMENTO DI STIPENDIO O UNA PROMOZIONE - Se si spera in un aumento di stipendio o una promozione per il nuovo anno, bisogna prima assicurarti di fare una buona impressione generale sul posto di lavoro. Inbaal Honigman suggerisce di utilizzare un linguaggio del corpo che sia d'impatto, come passi e gesti ampi. In più, sfoggia un sorriso smagliante che dimostri entusiasmo e voglia di fare sul posto di lavoro. "Tutto inizia dalla testa. Allenati a pensare che ami il tuo lavoro e ti trovi bene con i colleghi: i tuoi movimenti e i tuoi gesti lo comunicheranno automaticamente'. Tuttavia, Inbaal afferma che essere apprezzati a lavoro ed essere considerati un valore aggiunto sono due cose diverse. Quando chiedi un aumento o un nuovo ruolo, tieni conto dei fattori qui sotto per capire come il tuo linguaggio del corpo riflette la tua professionalità.

- Postura: una buona postura comunica sicurezza e competenza. Non ingobbirti, ma mantieni sempre la schiena dritta e il mento alto.

- Sguardo: mantieni il contatto visivo per comunicare ai tuoi superiori che hai fiducia nelle tue capacità e che sai di cosa stai parlando. - Espressione: se stai negoziando, smetti di sorridere e annuire.

Un viso dolce indica una personalità sottomessa, quindi adotta un'espressione neutra e una postura austera e composta.

A volte è difficile dimostrare a selezionatori, colleghi e capi di essere sicuri delle proprie capacità e conoscenze.

Soprattutto se ci si fa prendere dall'ansia e ci sono in ballo il lavoro dei sogni, un aumento o una promozione. Ma secondo Kirsty Hulse: "Se sei una persona molto timida o soffri di ansia, ricorda che i colleghi ti sostengono e vogliono che tu faccia un buon lavoro. Nei giorni in cui sei in preda all'agitazione, chiediti: 'Se non mi lasciassi vincere dalla timidezza, come mi comporterei?' Poi fai mentalmente la lista dei passi da seguire per arrivare al tuo obiettivo'.

 

FONTE e FOTO: Agenzia Dire

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio 5 febbraio 2022 17:15

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio

Il calcio italiano è finito. Ora mancano solo i titoli di coda

ROMA – Ancora arbitro protagonista in Serie A. Nel corso di Roma-Genoa, valevole per la 24ª giornata del massimo campionato, il signor Rosario Abisso annulla, dopo la consultazione del...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, il 31 marzo è la data giusta per togliere lo stato di emergenza?

Questo sondaggio è chiuso.

  • 54.5 %
  • No 45.5 %
Vai alla pagina dei sondaggiLeggi l'articolo