Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Cronaca

Estate a Corte 2022

Estate a Corte 2022

Il grande cinema nei Quartieri Spagnoli: proiezioni e incontri con i protagonisti del grande schermo

NAPOLI - Dopo l’appassionante parentesi del Festival del cinema spagnolo e latinoamericano, sabato 30 luglio entra nel vivo l’appuntamento con il grande cinema italiano e internazionale di Estate a Corte, la rassegna è organizzata da FOQUS Fondazione Quartieri Spagnoli di Napoli, in collaborazione con QUORE e il sostegno della Regione Campania, in calendario dal 22 luglio all’11 settembre con inizio serata dalle ore 21.00. Ingresso 5,00 Euro.

LA MANIFESTAZIONE - La manifestazione, curata dal direttore artistico Pietro Pizzimento, in collaborazione con Fabio Gargano e Gaetano Di Vaio, si svolge nella Corte dell’Arte di FOQUS (via Portacarrese a Montecalvario, 69 - Napoli), la Fondazione impegnata in un progetto di rigenerazione urbana per contrastare il fenomeno dell’emarginazione e favorire lo sviluppo socio-economico dei Quartieri Spagnoli e della città.

I TITOLI - Oltre quaranta i titoli in cartellone, tra i film premiati nei principali festival internazionali e le produzioni della Campania sostenute dal Fondo regionale dell’Audiovisivo. In programma le opere dei migliori registi italiani, da Paolo Sorrentino a Mario Martone, da Roberto Andò a Giuseppe Tornatore, ai  Manetti Bros, ma anche stranieri, come Pedro Almodóvar e Ridley Scott. “Mettiamo insieme cinema d’essai, film di impegno sociale e pellicole per famiglie per creare nuove occasioni di socialità nel segno della ripartenza, con la partecipazione in presenza degli spettatori - spiega Pietro Pizzimento -. In particolare offriamo alla città l’occasione per vedere film passati come meteore nelle sale cinematografiche e che, invece, meritano molta più attenzione, e il meglio delle produzioni campane sostenute dal Fondo regionale dell’Audiovisivo”.

IL CARTELLONE - Il cartellone è arricchito da una serie di incontri con i protagonisti del grande schermo. Si inizia il 3 agosto, in occasione della proiezione del thriller ambientato nelle viscere di Napoli, Black Parthenope, con il regista Alessandro Giglio e gli attori Gianluca Di Gennaro e Giovanni Esposito. Il 26 agosto, invece, sarà la volta di Leonardo Di Costanzo, regista di Ariaferma, vincitore di due David di Donatello. L’occasione per parlare delle radio libere e rimmergersi nella mobilitazione per le battaglie libertarie degli anni Settanta, è offerta dall’incontro con Gianfranco Pannone, regista del film documentario Onde Radicali, in cui le voci storiche di Radio Radicale si raccontano e fanno rivivere l’avventura giornalistica e politica cominciata nel 1976.

QUANDO - Il primo settembre, invece, protagonisti dell’incontro saranno Guido Acampa, che ha esordito con il lungometraggio Il fronte interno, liberamente ispirato al romanzo “Santa Mira, fatti e curiosità dal fronte interno” di Gabriele Frasca, e l’attore Nello Mascia. Grande attesa per l’incontro di settembre, in data ancora da definire, con Pino Mauro, che, prima dell’incidente giudiziario che gli comportò un’ingiusta carcerazione e una brusca interruzione delle propria ascesa artistica, si divideva con Mario Merola il regno della sceneggiata napoletana. La sua vicenda è stata ricostruita nel documentario L’ultimo fuorilegge di Carlo Luglio e Fabio Gargano, prodotto da Bronx Film e dalla Movies Events dello stesso Pizzimento. All’incontro parteciperanno anche i due registi.

LBGT - Sempre a settembre, altri due incontri importanti. Il primo con Alessandro Rak che, con il suo ultimo lungometraggio Yaya e Lennie, prodotto dalla Mad Entertainment di Luciano Stella, si conferma una voce di primo piano nel panorama dell'animazione italiana. Al dibattito interverrà anche Marino Guarnieri, presidente della sezione italiana dell’Associazione internazionale dei film d’animazione. Il secondo, sarà l’occasione per dibattere dei diritti del mondo LGBT con la proiezione del film Il filo invisibile e con il suo regista Marco Simon Puccioni.

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio 5 febbraio 2022 17:15

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio

Il calcio italiano è finito. Ora mancano solo i titoli di coda

ROMA – Ancora arbitro protagonista in Serie A. Nel corso di Roma-Genoa, valevole per la 24ª giornata del massimo campionato, il signor Rosario Abisso annulla, dopo la consultazione del...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, il 31 marzo è la data giusta per togliere lo stato di emergenza?

Questo sondaggio è chiuso.

  • 54.5 %
  • No 45.5 %
Vai alla pagina dei sondaggiLeggi l'articolo