Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Sport

Il tandem Cps Professional Team protagonista nell’edizione numero 70 della Coppa San Sabino

Il tandem Cps Professional Team protagonista nell’edizione numero 70 della Coppa San Sabino

Le carte si sono ulteriormente rimescolate con il piombare sugli attaccanti di Varenyk e Santarpia

di Alessia Salmoni

CANOSA - Settanta edizioni: obiettivo traguardo raggiunto per la Coppa San Sabino (35° Gran Premio d’Estate – 19°Medaglia d’Oro San Sabino) con il tributo di tutta Canosa di Puglia allo svolgimento della manifestazione juniores e ai due valorosi eroi di giornata: l’ucraino Maxsym Varenyk e il laziale Giuliano Santarpia della Cps Professional Team a formare il tandem competitivo e vincente, al culmine di questa edizione 2021 della “ripartenza”. La capacità organizzativa e l’attaccamento al culto di San Sabino, santo patrono di Canosa di Puglia cui ricorrono i festeggiamenti annualmente il 2 agosto, hanno portato il Gruppo Sportivo Sabino Patruno (con in testa il patron Sabino e il figlio Cosimo che ricopre anche l’incarico di presidente della commissione giudici di gara FCI Puglia) a celebrare nel miglior modo questa ricorrenza con l'augurio da parte tutto il mondo del ciclismo di continuare una tradizione che non si deve assolutamente interrompere.

PRIMA - Prima della partenza, c’è stato come di consueto l’omaggio al patrono San Sabino presso la Cattedrale per la consegna di una ghirlanda di fiori alla presenza di Don Felice Bacco, dell’organizzatore Sabino Patruno, di Ettore Loconsolo (Vini Fantini Sportur Freebike) e del campione regionale FCI Puglia in carica Michele Coccia (Cps Professional Team). I 62 corridori juniores hanno affrontato i 19 giri agonistici cittadini di 5,6 chilometri cadauno con Vittorio Carrer (Team Bike Terenzi Eurobike), Samuele Di Tomasso (Vini Fantini Sportur Freebike) e Antonio D’Apice (Cps Professional Team) promotori di alcuni timidi tentativi di fuga. Alla ribalta successivamente Marco Vito Di Santo (Cps Professional Team) che ha raggiunto da solo un vantaggio massimo di 1 minuto per farsi riprendere dal compagni di squadra D’Apice, Alberigo Antonelli, a cui si sono aggiunti anche Nicolò Di Giacomo (Vini Fantini Sportur Freebike), Federico Fantozzi (AS Roma Ciclismo-Team Coratti), Michele Depalma (Team Bike Terenzi Eurobike) e Lorenzo Di Camillo (Gulp Pool Val Vibrata-Pedale Rossoblu).

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio: alla luce degli evidenti errori arbitrali, sarebbe giusto espandere l'utilizzo del VAR in ogni competizione calcistica?

Risultati