Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Esteri

Putin si mostra al grande pubblico: stadio pieno e citazioni della Bibbia

Putin si mostra al grande pubblico: stadio pieno e citazioni della Bibbia

L’intervento nel giorno dell'ottavo anniversario dell'annessione della Crimea alla Russia

di Alessia Salmoni

MOSCA - Nel giorno dell'ottavo anniversario dell'annessione della Crimea alla Russia, Vladimir Putin si è mostrato  allo stadio, strapieno, Luzhniki di Mosca. Nel suo intervento il capo del Cremlino ha nuovamente giustificato la guerra in Ucraina e ribadito la volontà di andare fino in fondo: "Abbiamo fatto risorgere questi territori e sappiamo esattamente cosa fare adesso, come e a spese di chi attueremo tutti i nostri piani". L’obiettivo per Putin è quello di proteggere gli abitanti della Crimea, Sebastopoli e degli abitanti di nel Donbass che “Sono stati vittime di attacchi aerei ed è questo che noi chiamiamo genocidio".

L'EVENTO - All’evento "Per un mondo senza nazismo! Per la Russia! Per il presidente!" erano presenti decine di migliaia di persone e in tanti avevano la lettera 'Z', divenuta simbolo dell'invasione russa, disegnata sulle giacche. Secondo l'agenzia Agi ci sarebbero però testimonianze di impiegati pubblici che sarebbero stati caricati sugli autobus e costretti a partecipare alla cerimonia.

IL DISCORSO ALLA FOLLA - Putin parlando alla folla ha detto: “Le parole che arrivano dalle sacre scritture sono valori universali, care a tutti i popoli e a tutte le confessioni, ma anche e soprattutto a noi: la conferma è che i nostri soldati stanno combattendo spalla a spalla, sostenendosi e proteggendosi a vicenda sul campo di battaglia come fratelli. Noi non vedevamo da tempo tanta unità".

 

FOTO: di Kremlin.ru - Putin in visita a Sebastopoli, Crimea (9 maggio 2014)

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio 5 febbraio 2022 17:15

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio

Il calcio italiano è finito. Ora mancano solo i titoli di coda

ROMA – Ancora arbitro protagonista in Serie A. Nel corso di Roma-Genoa, valevole per la 24ª giornata del massimo campionato, il signor Rosario Abisso annulla, dopo la consultazione del...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, il 31 marzo è la data giusta per togliere lo stato di emergenza?

Questo sondaggio è chiuso.

  • 54.5 %
  • No 45.5 %
Vai alla pagina dei sondaggiLeggi l'articolo