Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Cronaca

Riaperture dal 26 aprile con un pass per gli spostamenti: i dettagli

Riaperture dal 26 aprile con un pass per gli spostamenti: i dettagli

Riprenderanno le attività all'aperto, tra cui quelle dei ristoranti: E' "un rischio ragionato", spiega Draghi

di Giacomo Zito

ROMA - In Italia si potrebbe cominciare a tornare gradualmente alla normalità. Dal 26 aprile inizia la road map che dovrebbe riportare nel Paese alla riapertura graduale di ristoranti, teatri, palestre, stabilimenti e fiere, ma solo all'aperto. Al momento si stanno ancora valutando le modalità, ma già si parla di un "pass", spiega l'Ansa, utile agli spostamenti, anche tra regioni di colore diverso. Il decreto arriverà in Consiglio dei ministri nell'arco della settimana e reintrodurrà la zona gialla, da oltre un mese sospesa. Previsti gli spostamenti tra regioni classificate gialle e la possibilità di svolgere numerose attività, specialmente se all'aperto.

LE REGIONI - Interessate alla riapertura potrebbero essere la maggior parte delle regioni italiane. Al momento la situazione vede solo Puglia, Sardegna e Valle d'Aosta in zona rossa, mentre la Campania è già passata in arancione. 

IL COMMENTO DI DRAGHI - In merito alla riapertura, il premier Mario Draghi ha commentato dicendo che si tratta di "un rischio ragionato" e ponderato sulla base di una campagna di vaccinazione che "va bene, con tante sorprese positive e qualcuna negativa. E questo - spiega - è stato fondamentale per prendere le decisioni". Per il premier, le riaperture "sono una risposta al disagio di categorie e giovani e portano maggiore serenità nel Paese, pongono le basi per la ripartenza".

IL RIENTRO - Potranno riaprire, quindi, tutti i ristoranti con uno spazio all'aperto, mentre già dal 15 maggio sarà consentita l'attività nelle piscine scoperte e probabilmente negli stabilimenti balneari. Solo dal primo giugno, quindi, torneranno disponibili le palestre al chiuso, mentre bisognerà aspettare luglio per le fiere, le terme e i parchi tematici. Previsto anche il rientro a scuola per l'ultimo mese dell'anno. Fin dal 26 aprile in zona gialla e arancione tutte le scuole saranno in presenza e in quella rossa sarà così fino alla terza media, mentre alle superiori l'attività si svolgerà almeno al 50% tra i banchi.

IL PASS - Sul funzionamento degli spostamenti c'è ancora poca chiarezza, però l'Ansa riporta la possibilità che venga inserito una sorta di pass dove venga attestata la vaccinazione, l'esecuzione di un tampone negativo (nell'arco delle ultime 48 ore), o l'avvenuta guarigione dal Covid. Questo permetterà di accedere "a determinati eventi - culturali e sportivi - riservati ai soggetti che ne sono muniti", viene fatto sapere all'Ansa da chi lavora al decreto. Anche se ancora non ci sono dei chiarimenti da parte delle autorità in merito, il premier ha tenuto a precisare "una premessa: i comportamenti siano osservati scrupolosamente, come mascherine e distanziamenti". Ed auspica per questo l'attenzione delle istituzioni e forze dell'ordine: "in questo modo il rischio si trasforma in opportunità".

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, quasi tutta Italia in zona rossa: restrizioni troppo dure o necessarie?

Risultati