Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Spettacolo

Riapre il Binario 7 di Monza: sul palco Monica Faggiani in "Quel che resta"

Riapre il Binario 7 di Monza: sul palco Monica Faggiani in "Quel che resta"

Una produzione del Teatro dell’Allodola per la riapertura dello spazio culturale lombardo

di Alessia Salmoni

MONZA - Il teatro Binario 7 di Monza si prepara ad accogliere finalmente il suo pubblico in piena sicurezza: da giovedì 29 aprile a sabato primo maggio in scena il primo degli spettacoli previsti per il finale di stagione. Si tratta di "Quel che resta", di e con Monica Faggiani per la regia di Silvia Soncini. Una produzione Teatro dell'Allodola.

QUEL CHE RESTA - L'idea nasce da una riflessione sul mobbing che l'autrice e interprete Monica Faggiani sta approfondendo da diversi anni. “Mobbing, shocking e altre amenità”: i dati statistici raccontano di quanto il fenomeno sia in largo aumento e di come, spesso, le "vittime" non ne siano consapevoli. “Quel che resta” racconta una storia di ordinaria follia come ce ne sono tante, spesso sommerse dall'abitudine e dalla difficoltà di parlarne. Invece non solo bisogna raccontarle, ma anche combatterle.

DINAMICHE DI POTERE - Nello spettacolo la vicenda legata al mobbing viene inserita all'interno di relazioni più ampie, in cui si giocano dinamiche di potere. Perché si entra in queste dinamiche? È possibile uscirne? Con lucido disincanto e potente ironia la protagonista cercherà di rispondere a queste domande: condivide la sua storia rendendo partecipe il pubblico e raccontando come ne sia uscita. E, soprattutto, testimoniando come questa possibilità ci sia sempre. Per tutti.

LIRICA E INFORMAZIONE - Momenti lirici si alternano ad approfondimenti di cruda informazione sulle modalità sulle e conseguenze del mobbing. Non mancano momenti comicità, in cui la protagonista si diverte a prendere in giro se stessa, le illusioni e le fragilità del nostro tempo. La narrazione si apre così a temi come l’amore, le speranze per il futuro e la capacità di riappropriarsi del proprio destino.

IL VIAGGIO - Le vicende di Candy Candy e il mito di Persefone accompagnano trasversalmente tutta la storia, un viaggio che la protagonista compie dal mondo delle fiabe dell'infanzia all'età adulta: l’età della consapevolezza e della possibilità di scegliere. Una storia di coraggio e di cambiamento. Uno spettacolo in cui molti potranno identificarsi e riflettere su come cambiare ciò che di noi e della nostra vita spesso ci sembra impossibile modificare.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Estate 2021: Italia o estero per le vacanze?

Risultati