Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Arte e Cultura

Roma, oggi e lunedì 'Parole in genere', dibattito contro stereotipi lingua

Roma, oggi e lunedì 'Parole in genere', dibattito contro stereotipi lingua

Iniziativa a cura del Municipio VIII in partnership con Agenzia Dire-Diredonne

ROMA - Oggi e lunedì 2 maggio si svolgerà l'iniziativa promossa dal Municipio Roma VIII per ragionare, all'interno di uno spazio pubblico, su temi come il linguaggio inclusivo, la lotta agli stereotipi linguistici nel mondo reale e virtuale, gli strumenti per riconoscere la violenza di genere e la promozione dell'identità delle donne che ha visto un riconoscimento con la recente sentenza della Corte costituzionale che ha dichiarato illegittima la prassi di attribuire automaticamente il solo cognome del padre.

IL PROGRAMMA - Nelle due giornate si svolgeranno dibattiti e riflessioni sul rapporto tra lingua e genere socioculturale, sui diritti, sulle disuguaglianze, sulle parole sottratte, sulle parole come pietre.
Alla base, il principio della pari opportunità che valorizza le differenze di genere e condanna le discriminazioni delle donne a partire dal sessismo linguistico. Come dichiara Maya Vetri, assessora alle Politiche culturali e di genere del Municipio Roma VIII: "L'idea che ci ha ispirato nell'organizzare questo momento di approfondimento è stata quella di partire dal linguaggio quotidiano. L'obiettivo è di ritrovare una chiave di lettura il più possibile inclusiva insieme alle associazioni, ai collettivi studenteschi, alle donne e a tutte le persone che decideranno di partecipare. Il linguaggio di genere è un tema importante su cui bisogna intervenire perché l'uso consapevole delle parole è alla base del rispetto e della tutela di tutte e tutti".

IL CENTRO ANTIVIOLENZA - Il programma di domani prevede diverse iniziative ospitate dal Centro Antiviolenza Nilde Iotti, in via di Grotta Perfetta. Si inizia con il laboratorio di letteratura dedicato ai più piccoli sul tema della rappresentazione di bambine e bambini nei libri di testo e di lettura, a cura dell'APS Lottavolegge (associazione che si occupa della promozione della lettura da parte dei genitori verso le/i bambine/i a partire dall'epoca gestazionale come strumento di 'buona salute' nelle relazioni), a seguire il workshop di calligrafia gotica con Martina Cips a cura di Venus, e in conclusione l'incontro coordinato dalla cooperativa Be Free sul tema del linguaggio digitale inclusivo (con la partecipazione dell'associazione Indici Paritari, del Collettivo studentesco "Marielle Roma Tre", del Collettivo studentesco Liceo Socrate "Galeano").

LUNEDì - Il lunedì 2 maggio i lavori proseguono presso la Biblioteca Arcipelago Auditorium di via Benedetto Croce con la tavola rotonda pomeridiana a cura di Archivia Scuole, associazione Psy Onlus e DireDonne. Ci sarà l'appuntamento dedicato al linguaggio violento nelle relazioni interpersonali, dal titolo "I linguaggi della violenza: parole come pietre", pensato come dibattito attraverso esperienze interattive e poi video, questionari e testimonianze. Poi un momento per l'analisi del testo "Lo stile dell'abuso" di Raffaella Scarpa, occasione di riflessione sulle violenze domestiche e sul linguaggio abusante, e infine gli interventi del pubblico.

 

FONTE e FOTO: Agenzia Dire

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio 5 febbraio 2022 17:15

Serie A, il protagonismo degli arbitri ha messo ko il calcio

Il calcio italiano è finito. Ora mancano solo i titoli di coda

ROMA – Ancora arbitro protagonista in Serie A. Nel corso di Roma-Genoa, valevole per la 24ª giornata del massimo campionato, il signor Rosario Abisso annulla, dopo la consultazione del...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, il 31 marzo è la data giusta per togliere lo stato di emergenza?

Questo sondaggio è chiuso.

  • 54.5 %
  • No 45.5 %
Vai alla pagina dei sondaggiLeggi l'articolo