Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Economia

Uil, con la cassa integrazione i dipendenti italiani hanno perso 2,3 miliardi

Uil, con la cassa integrazione i dipendenti italiani hanno perso 2,3 miliardi

Il dato che emerge da uno studio sugli ammortizzatori sociali nei primi cinque mesi dell'anno

di Bianca Franchi

ROMA - In soli cinque mesi, i primi del 2021, i dipendenti italiani hanno perso 2,3 miliardi di euro, a fronte di circa 1,4 miliardi di ore di cassa integrazione autorizzate. Questo il quadro delineato da uno studio della Uil sugli ammortizzatori sociali, partendo dal presupposto che tutte le ore siano state effettivamente utilizzate e che ci sia stata una retribuzione media di 20,900 euro.

DIFFERENZA TRA REGIONI - Le perdite per i lavoratori sarebbero però differenti da regione a regione. Se dovessero essere confermate tutte le ore di cassa richieste nei primi cinque mesi, si legge nel comunicato della Uil, sarebbero i lavoratori lombardi a perdere di più: per loro -22,2% delle retribuzioni nette (504 milioni). A loro seguirebbero quindi i lavoratori del Lazio, che potrebbero perdere oltre 299 milioni, seguiti dai veneti (205 milioni) e dai campani (189 milioni). "Tra riduzione dello stipendio e mancati ratei della 13° e 14°,mensilità - spiega la segretaria confederale Ivana Veronese - in cinque mesi le buste paga si sono alleggerite mediamente del 19%. Nella riforma più complessiva degli ammortizzatori sociali che il Governo si appresta a varare, sottolinea, , oltre che rendere universale lo strumento e legarlo a politiche attive, si pone la necessità della revisione dei tetti massimi del sussidio delle integrazioni salariali e la loro rivalutazione, che dovrebbe essere ancorata agli aumenti contrattuali e non soltanto al tasso di inflazione annua". 

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Quirinale, Mattarella saluta: super partes o sarà crisi 13 dicembre 2021 10:01

Quirinale, Mattarella saluta: super partes o sarà crisi

L’elezione del 13° Presidente della Repubblica si presenta come una delle più delicate

ROMA - Il 3 febbraio 2022 si chiuderà ufficialmente il settennato di Sergio Mattarella, che saluterà il Quirinale dopo aver dato mandati per quattro Governi (Gentiloni, Conte I, Conte...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio: alla luce degli evidenti errori arbitrali, sarebbe giusto espandere l'utilizzo del VAR in ogni competizione calcistica?

Risultati