Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Esteri

Ungheria, Orban vuole ordinare 1 milione di vaccini dalla Cina

Ungheria, Orban vuole ordinare 1 milione di vaccini dalla Cina

Si tratterebbe del vaccino Sinopharm, quello già distribuito in molte aree del mondo

di Alessia Salmoni

ROMA - Il premier ungherese Viktor Orban sarebbe pronto a ordinare dalla Cina 1 milionie di dosi del vaccino cinese anti-Covd della Sinopharm. Lo ha reso noto lo stesso primo ministro alla radio pubblica puntando il dito contro la lentezza dell'Unione europea. Al momento si tratta di un farmaco già testato in e distribuito in buona parte del mondo, dalla Turchia all'Argentina. Ma dalla Commissione europea hanno fatto più volte sapere di non avere informazioni sul loro vaccino né di aver mai aperto dei contatti con la Cina, motivo per cui Orban sollecitando l'autorizzazione del prodotto da parte delle autorità ungheresi aggirerebbe, di fatto, le regole dell'Ue. Al momento in Ungheria i vaccini di Pfizer e Moderna sono stati somministrati solo all'1% della popolazione. Secondo i sondaggi l'opinione pubblica si sta sfiduciando, anche a causa della comunicazione fumosa del governo e della mancata organizzazione per un piano di vaccino nazionale. Inoltre circa il 38% della popolazione si sarebbe dichiarata favorevole alla vaccinazione ma non con un prodotto sviluppato in Cina o in Russia.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, quasi tutta Italia in zona rossa: restrizioni troppo dure o necessarie?

Risultati