Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Tecnologia

WhatsApp posticipa la scadenza per accettare i nuovi termini per la privacy

WhatsApp posticipa la scadenza per accettare i nuovi termini per la privacy

All'inizio la data scelta era l'8 febbraio, quindi spostata al 15 maggio, così da permettere agli utenti di rivedere l'informativa

di Stefania Abbondanza

ROMA - Una fuoriuscita di utenti improvvisa causata da un aggiornamento delle norme sulla privacy ed ecco che WhatsApp, la piattaforma di messaggistica ora in mano a Facebook, è ora costretta a correre ai ripari. Così se fino a pochi giorni fa si dava tempo fino all'8 febbraio per accettare i nuovi termini e condizioni sulla privacy, l'azienda ha deciso di dare altri tre mesi, così da permettere agli utenti di "rivedere l'informativa prima del 15 maggio", giorno della nuova scadenza. 

LA SPIEGAZIONE - La decisione, spiega WhatsApp, è legata alla "confusione" che si è creata, in quanto "l'ultimo aggiornamento non cambia nulla" del concetto fondamentale della società. L'app "si fonda su un concetto semplice: tutto ciò che condividi con familiari e amici rimane tra voi. Questo significa che continueremo a proteggere le tue conversazioni personali con la crittografia end-to-end", spiega WhatsApp. L'ultimo aggiornamento "non cambia nulla di tutto questo" ma include "nuove opzioni facoltative che consentono agli utenti lo scambio di messaggi con le aziende che usano WhatsApp e offrono maggiore trasparenza sulle nostre modalità di raccolta e utilizzo dei dati. Con questo aggiornamento non aumenta la nostra capacità di condividere le informazioni con Facebook. Continueremo - osserva la società - a fare del nostro meglio per rendere WhatsApp il modo migliore di comunicare privatamente".

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Covid, quasi tutta Italia in zona rossa: restrizioni troppo dure o necessarie?

Risultati