Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Salute

Otto milioni di italiani potrebbero aver già avuto la Covid-19

Otto milioni di italiani potrebbero aver già avuto la Covid-19

Lo rivelano tre indagini Doxa condotte sul territorio italiano e coordinato dall’Università Statale di Milano

di Claudio Carassiti

MILANO - Un quarto degli italiani ha affermato di aver avuto gli stessi sintomi di quelli riconducibili alla Covid-19 tra il 7 marzo e il 4 maggio. Di questi, circa otto milioni potrebbero aver avuto la malattia, dato che si tratta comunque di sintomi analoghi a quelli di altre forme influenzali. La notizia proviene da tre indagini che la Doxa ha condotto sul territorio nazionale, coordinate dall’Università Statale di Milano. I risultati sono consultabili sul sito Scienza in rete, del Gruppo 2003 per la ricerca scientifica.

IL COMMENTO - Carlo La Vecchia, epidemiologo dell’Università Statale di Milano, commenta all’ANSA i risultati della ricerca: «Anche assumendo che soltanto metà dei soggetti che hanno riportato sintomi siano stati affetti da Covid-19, circa 8 milioni di italiani, di cui 2 milioni in Lombardia, avrebbero avuto contatto col virus. A ciò andrebbero sommati gli asintomatici e i paucisintomatici». 

LE STIME - Secondo molti esperti le cifre ufficiali sui contagi da Covid-19 sono ampiamente sottostimate. Per questo Doxa ha avviato le tre indagini in tutta Italia, intervistando rispettivamente 1.000 persone per ogni ricerca (di cui 175 circa residenti in Lombardia), di età compresa tra 18 e 85 anni. Dalle indagini è emerso che tra il 13 marzo e il 7 aprile in Italia il 13,9% dei soggetti aveva riportato sintomi di tipo Covid-19, mentre in Lombardia le percentuali salivano al 20,7%. Tra il 10 aprile e il 4 maggio, invece, la percentuale si è abbassata notevolmente, scendendo all’8,3% in Italia e al 13,3% in Lombardia.

 

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati