Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Spettacolo

A Voice for Europe/Una Voce per l’Europa: Italia 2020

A Voice for Europe/Una Voce per l’Europa: Italia 2020

Giusy Matrone vince la categoria brani in lingua straniera e frammenti la categoria lingua italiana

di Silvia de Mari

ROMA - Sono arrivati i primi verdetti per “A Voice for Europe/Una Voce per l’Europa: Italia”, edizione 2020. Martedì 1 e mercoledì 2 settembre sul palco del Parco Acquasanta di Chianciano Terme (SI), nelle serate dedicata alle rispettive Finali di categoria Brani in lingua straniera la prima, e Brani in italiana la seconda, al termine di due sfide molto combattute e di altissimo livello, si è imposta Giusy Matrone da Pompei (NA) per la categoria internazionale, mentre per la categoria italiana la band Umbra Frammenti composta dai Perugini Simone Federici, Eugenio Maglio e Federico Maracaglia.

I PREMI - Per la Categoria Lingua Straniera la Matrone si è classificata davanti alla Piemontese Noemi Chiarella, di Cuorgné, mentre il terzo posto è andato all’Emiliana Giorgia Calabrò da Cesenatico. La Categoria Lingua Italiana invece ha premiato oltre ai Frammenti, la Triestina Giorgia Fumarola, classificata al secondo posto e a seguire il duo Tweakeduo di Laura Sandrin di Brugnera (TV) ed Ettore Baccichet di Gaiarine (TV).

I GIUDICI - A valutare le esibizioni dei 35 finalisti nazionali, presentati da Francesco Anania e Liliana Ruocco, è stato Loris Ceroni, musicista, arrangiatore e produttore discografico per importanti etichette come Sony Music, EMI, Universal, Warner e BMG.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati