Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Politica

Conte: «Su Recovery Fund nessun ritardo Italia, sindaci protagonisti»

Conte: «Su Recovery Fund nessun ritardo Italia, sindaci protagonisti»

Il premier, Giuseppe Conte, nel suo intervento alla giornata conclusiva della XXXVII Assemblea annuale dell’Anci

di Giacomo Zito

 

ROMA - Il premier, Giuseppe Conte, nel suo intervento alla giornata conclusiva della XXXVII Assemblea annuale dell’Anci, ha detto: «Oggi è stata pubblicata su un quotidiano una fake news che dice che l’Italia è in ritardo sulla presentazione del piano di resilienza e ripresa nazionale. E’ stata inventata, l’Italia ha presentato le linee guida a Bruxelles e sono addirittura convalidate e condivise da un passaggio parlamentare costruttivo. Stiamo già lavorando con la Commissione». 

IL COMMENTO - «Dobbiamo augurarci che i rallentamenti, che non vengono dall’Italia che sta lavorando alacremente, non vengano da quel soffio di sovranismo che ancora alita in via più marginale in Europa. Oggi avrò una videoconferenza – ha spiegato – c’è una chiara posizione assunta da Polonia e Ungheria che minacciano di porre un veto, significherebbe rallentare l’approvazione del quadro finanziario pluriennale e del Recovery. Questo cercheremo di evitarlo». 

A DECARO - Rivolgendosi al sindaco di Bari e presidente dell’Anci, Antonio Decaro, il premier ha rassicurato: «i sindaci saranno protagonisti del Recovery plan, ci sono già alcuni progetti su cui stiamo lavorando, saranno parte integrante del piano, perchè si ragiona di efficientamento delle opere pubbliche, costruzione di nuovi asili nido, investiremo sulla mobilità locale. I sindaci sono le sentinelle della coesione sociale, la spina dorsale della Pa. Il governo e io stesso – ha proseguito – abbiamo sempre riconosciuto un ruolo centrale dei sindaci, voglio ricordare quando abbiamo messo a disposizione i fondi per l’emergenza alimentare in poco tempo avete raggiunto più di 4 milioni di beneficiari in difficoltà. Potrei prendere l’impegno di valutare la Tosap. E’ una agevolazione molto gradita a ristoratori e bar, abbiamo già stanziato nel 2020 circa 300 milioni, possiamo impegnarci a riprodurle anche per il 2021».

 

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati