Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Scienze

Ricerca: scoperto odore artificiale che dialoga con il cervello

Ricerca: scoperto odore artificiale che dialoga con il cervello

L’odore artificiale è stato tramesso direttamente alle cellule nervose del bulbo olfattivo

di Bianca Franchi

ROMA – Un segnale elettrico prodotto in laboratorio e inviato al cervello è stato percepito come un odore: per la prima volta un esperimento ha 'parlato' la stessa lingua del più complesso degli organi e apre la strada alla possibilità di ripristinare percezioni sensoriali, come l'olfatto che viene perduto in molte persone colpite dal nuovo coronavirus, e in futuro per riparare danni cerebrali. Pubblicato sulla rivista Science e condotto sui topi fra la New York University e l'Istituto Italiano di Tecnologia (Iit), l'esperimento apre allo sviluppo di protesi nervose per ripristinare il funzionamento di parti danneggiate del cervello.

LA SCOPERTA – L’odore artificiale, espresso in segnali elettrici senza che ci fosse una fonte reale a produrlo, è stato tramesso direttamente alle cellule nervose del bulbo olfattivo, una delle zone del cervello in cui viene elaborato il senso dell'olfatto.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati