Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Salute

Sanità, nelle montagne di Pordenone si passa alla telemedicina

Sanità, nelle montagne di Pordenone si passa alla telemedicina

Presto andranno vie le tre guardie mediche presenti. Taglio dovuto alla mancanza di medici

di Alessia Salmoni

TRIESTE - Davanti alla carenza di medici, fenomeno che interessa tutto il Paese, e in Friuli Venezia Giulia in particolare la montagna pordenonese, l'amministrazione regionale è pronta a sostenere ogni soluzione realistica per dare risposte alla popolazione, ovvero, "potremo iniziare a individuare gli strumenti necessari per avviare un percorso sperimentale di telemedicina in quella parte di territorio". Lo fa sapere in una nota il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, che ha incontrato oggi i sindaci dei comuni di Claut, Meduno e Anduins di Vito d'Asio. Sul tavolo il tema della chiusura in via sperimentale del servizio di Guardia medica nei tre Comuni a partire dal primo gennaio 2022, 'dirottati' alle sedi principali di Maniago e Spilimbergo. Mossa che, aggiunge il direttore generale dell'Azienda sanitaria Friuli occidentale, Joseph Polimeni, presente alla riunione, serve a garantire la disponibilità di medici nelle sedi di Guardia medica a Pordenone, Azzano Decimo, Sacile, San Vito, Spilimbergo e Maniaco, che sarà monitorata e a sei mesi dalla riorganizzazione verrà valutata l'opportunità di eventuali nuovi interventi. "Rassicuriamo i cittadini con un sistema di presa in carico, quando non riguarda le urgenze- precisa Riccardi- ma la continuità assistenziale, attraverso la telemedicina, la teleassistenza. Un tema che l'amministrazione regionale si impegna ad affrontare insieme con i sindaci e l'Azienda sanitaria", conclude il vicegovernatore.

 

FONTE: Agenzia Dire

Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti

Eventi

Editoriale

Quirinale, Mattarella saluta: super partes o sarà crisi 13 dicembre 2021 10:01

Quirinale, Mattarella saluta: super partes o sarà crisi

L’elezione del 13° Presidente della Repubblica si presenta come una delle più delicate

ROMA - Il 3 febbraio 2022 si chiuderà ufficialmente il settennato di Sergio Mattarella, che saluterà il Quirinale dopo aver dato mandati per quattro Governi (Gentiloni, Conte I, Conte...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio: alla luce degli evidenti errori arbitrali, sarebbe giusto espandere l'utilizzo del VAR in ogni competizione calcistica?

Risultati