Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Parlamento Europeo

ACP-UE: accordo sui cambiamenti climatici, la migrazione e il dopo Cotonou

I deputati e i deputati africani, caraibici e del Pacifico hanno concordato

di Giacomo Zito

BRUXELLES - I deputati e i deputati africani, caraibici e del Pacifico hanno concordato cambiamenti climatici, migrazione, crescita sostenibile e accordo post-Cotonou. Carlos Zorrinho (S&D, PT), copresidente dell'Assemblea parlamentare paritetica ACP-UE, ha dichiarato: «Siamo tutti convinti che l'unico modo per gestire la migrazione in un quadro giuridico sia garantire la creazione di posti di lavoro, crescita, pace e stabilità. Dobbiamo anche investire nell'istruzione e nelle piccole imprese».

IL COMMENTO - Michel Kamano, copresidente delegato ACP, ha dichiarato: «Credo fermamente che i parlamentari possano sostenere il lavoro multilaterale, poiché mettono in discussione le opinioni delle persone e assicurano che riflettano la prospettiva delle persone nel dibattito globale. È quindi con ferma convinzione che invito ciascuno di voi a difendere e promuovere l'impegno per il multilateralismo».

LA SEDUTA - Durante la 38a sessione dell'Assemblea parlamentare paritetica (APP), svoltasi dal 17 al 21 novembre a Kigali (Ruanda), i membri del Parlamento europeo e le loro controparti di 78 paesi dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico (ACP) hanno discusso e adottato diverse risoluzioni.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Parlamento, zona franca 25 maggio 2020 10:03

Parlamento, zona franca

I politici di casa nostra, anche durante il lockdown, hanno continuato a non dare il buon esempio

ROMA - “Quis custodiet ipsos custodes?”, o per meglio dire (visto che con la didattica a distanza di latino sul pc, ultimamente, se ne sta leggendo molto) “chi sorveglierà i...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Serie A, è giusto ripartire?

Risultati