Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Parlamento Europeo

UE: accordo sulla digitalizzazione e giustizia

UE: accordo sulla digitalizzazione e giustizia

Le nuove regole aumentano la certezza del diritto, aiutano a ridurre i ritardi e i costi indebiti per i cittadini

di Federico Marconi

BRUXELLES - Martedì, i negoziatori del Parlamento e del Consiglio hanno raggiunto un accordo per rendere l'accesso alla giustizia più veloce, più economico e più user-friendly per i cittadini e le imprese dell'UE. I due atti legislativi in ​​corso di negoziazione tra i due legislatori dell'UE, rispettivamente sull'assunzione delle prove e sul servizio dei documenti, mirano a rendere più efficiente la cooperazione giudiziaria transnazionale tra tribunali nazionali attraverso la digitalizzazione in materia civile e commerciale.

IL COMMENTO - Emil Radev (PPE, BG) relatore per la cooperazione tra i tribunali: l'assunzione di prove in materia civile o commerciale ha dichiarato: «Le disposizioni che abbiamo adottato avranno un impatto reale sulla vita quotidiana dei nostri cittadini europei. Le richieste di prove saranno trasmesse tra i tribunali degli Stati membri direttamente, rapidamente e in modo affidabile, incoraggiando nel contempo l'uso della videoconferenza. Ciò farà risparmiare tempo e denaro ai cittadini europei».

LO SPAZIO GIUDIZIARIO - Franco Roberti (S&D, IT) relatore per il servizio di documenti giudiziari e stragiudiziali in materia civile o commerciale ha dichiarato: «Questo accordo è un passo avanti nello spazio giudiziario europeo in materia civile, basato sui principi di fiducia reciproca e riconoscimento reciproco delle decisioni giudiziarie. Elimina gli ostacoli amministrativi e offre certezza giuridica ai cittadini e alle imprese che i documenti hanno gli stessi effetti giuridici in qualsiasi tribunale dell'UE. Non è stato un compito facile, data la pluralità di sistemi e tradizioni legali che coesistono all'interno dell'UE».

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi 10 agosto 2020 10:01

Charles Leclerc, la voglia di non omologarsi

In una società che passa il giorno a condividere sui social network frasi filosofiche e falsi esempi di vita non c'è più spazio per le vie di mezzo

ROMA – Ormai se non ti esponi (ed anche sbandierandolo ai quattro venti) contro qualcosa, sei automaticamente pro; o ci vai quantomeno vicino. Sembra essere questo il leitmotiv che anima le...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Stato di emergenza, il prolungamento è "inevitabile" o si tratta di una "torsione autoritaria"?

Risultati