Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Parlamento Europeo

UE in difesa della libertà di stampa

UE in difesa della libertà di stampa

Il pluralismo dei media è la chiave per combattere la disinformazione; nessun finanziamento UE per la propaganda

di Silvia de Mari

 

BRUXELLES - In una risoluzione adottata martedì con 52 voti favorevoli, 5 contrari e 7 astensioni, il comitato condanna “i tentativi dei governi di alcuni Stati membri di mettere a tacere i media critici e indipendenti”. I deputati denunciano i tentativi subdoli di limitare la libertà e il pluralismo dei media attraverso il patrocinio finanziario. Il testo presta particolare attenzione ai media del servizio pubblico, che dovrebbero fare affidamento su modelli finanziari che ne assicurino l'indipendenza editoriale.

 

I GIORNALISTI - I deputati sottolineano il "modello crescente di intimidazione", citando gli omicidi di Daphne Caruana Galizia e Ján Kuciak e della sua fidanzata come esempi dei rischi che affrontano i giornalisti investigativi. Chiedono ai personaggi pubblici di astenersi dal denigrare i giornalisti e insistono sull'obbligo di indagare sugli attacchi, sottolineando che le giornaliste donne sono particolarmente vulnerabili e dovrebbero ricevere una protezione aggiuntiva.

 

PLURALISMO - Il testo rileva che un'eccessiva concentrazione della proprietà dei media mette a rischio il pluralismo, rendendo più difficile contrastare la diffusione della disinformazione. I deputati chiedono che i paesi dell'UE agiscano per evitare la concentrazione orizzontale e garantire la trasparenza. Criticano l'eccessiva interferenza dei governi nella pubblicità pubblica e chiariscono che il denaro dell'UE non deve essere speso per i media controllati dal governo o per la propaganda politica.

 

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Eventi

Editoriale

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso 30 novembre 2020 10:01

Diego, l’artista che ha fatto male solo a sé stesso

Maradona era (è!) un genio e come tale avrà sempre chi lo denigrerà, ma la verità sta altrove

ROMA - Quando per tutta una vita hai fatto parlare di te – nel bene o nel male – è difficile smettere. Quando sei stato un autentico modello da seguire per quello che riuscivi a...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

2021, sarà l’anno della svolta anti-Covid?

Risultati