Shadow

Cronaca Diretta - Accendiamo l'Informazione

Shadow

Interviste

Serie A derby, Fiore: «Lazio meglio della Roma fisicamente»

Serie A derby, Fiore: «Lazio meglio della Roma fisicamente»

L’ex calciatore a CronacaDiretta.it: «Spero che le polemiche arbitrali non influenzino la gara. Anderson? E’ in stato di grazia, ma tra i giallorossi attenzio

di Matteo Spinelli

ROMA – Stefano Fiore, ex giocatore di Parma, Udinese e Lazio, è intervenuto ai microfoni di CronacaDiretta.it, per parlare del derby di Roma in scena allo stadio Olimpico domenica 11 gennaio alle ore 15.

 

LO STATO DI FORMA – “Vedendo quello che hanno fatto le due squadre nell’ultimo turno ed anche prima della sosta natalizia, credo che la Lazio arriverà meglio al derby di domenica” - dichiara l’ex calciatore ai microfoni di CronacaDiretta.it. “La Roma – prosegue Fiore – mi sembra un pò stanca e non brillantissima come la squadra che eravamo abituati a vedere prima; nonostante questo i giallorossi rimangono comunque molto forti e pericolosi. Domenica, però, non conterà solo lo stato fisico, ma anche quello mentale. Il derby, si sa, spesso viene portato a casa da chi lo gioca con meno pressioni”.

 

LE POLEMICHE ARBITRALI – “Sarebbe stato un bene arrivare al derby senza tutte queste polemiche arbitrali” - afferma Fiore dopo i fatti di Udinese-Roma. “Credo che il designatore terrà conto di questo, mandando ad arbitrare un direttore di gara preparato. Le polemiche che ci sono state non andranno a pesare in maniera determinante, ma creeranno una piccola pressione sull’arbitro. Mi auguro che comunque i giocatori in campo diano una mano al direttore di gara con gli atteggiamenti giusti.
Dentro il terreno di gioco
– chiosa l’ex centrocampista – bisogna un pò smorzare i toni e scordarsi tutto quello che succede intorno. Gli errori arbitrali, che ci sono da ambo le parti, alla fine della stagione si compensano sempre”.

 

I GIOCATORI CHIAVE – Indicando i calciatori che potrebbero fare la differenza, Fiore non ha dubbi: “In casa Lazio, al momento, Felipe Anderson può essere il giocatore che sposta gli equilibri in campo; è in stato di grazia. Indico lui come possibile uomo derby anche perché Candreva, l’altro giocatore importante della Lazio, è appena tornato da un infortunio e non so se sarà della partita”.
Mentre nella Roma la situazione appare diversa: “Non vedendo un grande stato di forma generale, credo si possa indicare in Nainggolan il giocatore da tenere d’occhio, visto che ha anche riposato nell’ultima partita. Quest’anno il belga si sta rivelando il miglior giocatore dei giallorossi e credo possa tenere i ritmi di questa Lazio che, fisicamente,è avanti rispetto alla Roma”.

 

LA MAGIA DEL DERBY – “Questa partita – spiega Fiore – conta tantissimo per la città e per i tifosi, quindi è naturale che anche i giocatori risentano questa pressione, specialmente quelli nati a Roma. Ricordo, quando giocavo, quanto fosse importante la sfida per giocatori come Totti e Nesta che sono nati e cresciuti in questo ambiente. Per tutti gli altri era una partita sicuramente importante, ma vissuta in maniera normale. La pressione comunque, è inutile negarlo, c’era. Io stesso in campo sapevo quanto la gara era importante per tutti i tifosi che non volevano assolutamente perderla. Al di là del risultato finale, ogni calciatore dovrebbe essere felice di poter giocare questo tipo di partite, che trasmettono emozioni molto forti”.

 

NESSUNA VITTORIA, MA QUEL GOL…– “Io – ricorda Fiore – ho giocato 6 derby, non vincendone purtroppo nessuno. Quello che però ricordo con più felicità è quello del 27 ottobre 2002 finito 2-2, dove segnai il primo gol, quello dell’1-0. Rischiammo anche di vincere alla fine, ma sbagliammo un rigore”.

 

IL PRONOSTICO – “Fare pronostici in un derby è sempre difficile. Sarà sicuramente una partita spettacolare, dove la Lazio arriva meglio fisicamente, ma la Roma è comunque più forte. Mi auguro – conclude l’ex centrocampista – un 1-0 in favore dei biancocelesti”.

data-ad-format="auto">
Scrivi il tuo commentoScrivi il tuo commento

Altre Notizie

Indietro
Avanti
data-ad-format="auto">
data-ad-format="auto">

Editoriale

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema 13 settembre 2017 10:03

Calcio, Fair Play Finanziario: da soluzione a problema

Tre giocatori del PSG (Neymar, Cavani e Mbappé) valgono più di 8 squadre di Serie A: i divari, invece di assottigliarsi, aumentano

ROMA – “Non è un paese per vecchi”, recitava nel 2007 il titolo di un film dei fratelli Coen. Parafrasando, in parte, questa frase, si potrebbe dire che il calcio, ormai,...

Leggi l'Editoriale Leggi l'Editoriale

Dalle nostre pagine Social

Spazio Pubblicitario

Il Sondaggio

Calcio, Roberto Mancini è il nuovo CT dell'Italia: è la scelta giusta?

Risultati